Lo and Behold-internet. Il futuro è oggi

Lo and Behold-internet. Il futuro è oggi

“LO AND BEHOLD” di Werner Herzog: Film documentario sul mondo di internet, sul futuro della rete e sul mondo della digitalizzazione globale, con l’ occhio disincatato di un regista che da un passato visionario è approdato ultimamente con sguardo lucido a documentare quello che accade nel mondo. Lo stile puo sembrare apparentemente scentifico, ma in realtà riemerge tra le righe la sua natura visionaria, a tratti metafisica. Ciò puo accadere quando la realtà nella sua complessità che spesso ci sfugge prevalica le nostre certezze sul mondo. Herzog in effetti ci invita a esplorare tutti i suoi risvolti fino al suo il suo lato piu oscuro. Questo film, narrato da lui stesso con voce fuori campo, ci mostra i miracoli e gli orrori della rete, ciò che in parte sappiamo, ma non ne abbiamo un quadro complessivo, tale da farci un opinione completa. Il film tenta questa sintesi per darci uno strumento di analisi profondo al fine di avere un’ idea personale, oltre il pensiero comune. E necessario ormai farsi delle certezze personali sulla rivoluzione digitale che sta cambiando la nostra vita e che, mentre ci connette a tutto il mondo ci espone a rischi non solo individuali, ma di sopravvivenza del sistema stesso in cui siamo immersi e di cui ne ignoriamo i risvolti. Il film ci dice che la stessa razza umana è a rischio di estinzione proprio perchè troppo dipendente dal sistema tecnologico, ormai totalmente informatizzato. Quando veniamo a sapere che basterebbe una esplosione solare un po’ più grande del solito a farci ripiombare all’età della pietra, o quando due genitori, giocando su internet con con un videogioco dedicato a come si gestisce il bambino, dimenticano il loro vero bambino che muore per assenza di cure; non possiamo che farci delle serie domande su nostro futuro.

A partire dal 22 settembre arriverà nei cinema italiani per I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection Lo and Behold – INTERNET: IL FUTURO È OGGI, il nuovo film diretto del maestro Werner Herzog, una riflessione ormai necessaria e irrinunciabile sulla vita nell’epoca di Internet, un tema che ci riguarda sempre più da vicino in modi che a volte nemmeno immaginiamo.
Sono passati meno di cinquant’anni dalla prima connessione in rete tra due computer, e poco più di venti dalla nascita del World Wide Web. In questo brevissimo lasso di tempo, le tecnologie si sono evolute al punto che oggi anche solo il telefonino che abbiamo in tasca probabilmente è più potente del computer fisso che usavamo appena dieci anni fa.

Mk

Commenti

commenti