Home Cinema Festival / Eventi L’omaggio di Roma al grande Alberto Sordi, 100 anni ed è più...

L’omaggio di Roma al grande Alberto Sordi, 100 anni ed è più presente che mai

Veltroni, Raggi, Rutelli Tre sindaci di Roma

L’omaggio di Roma al grande Alberto Sordi, 100 anni ed è più presente

Veltroni, Raggi, Rutelli
Tre sindaci di Roma

che mai.

Insieme in Campidoglio tre sindaci della Capitale: Walter Veltroni, Virginia Raggi, Francesco Rutelli

L’occasione del centenario cade in un momento particolare per l’Italia e per  il mondo del cinema che proprio da oggi vede riaprire le sale cinematografiche e questo, si spera, sia di buon auspicio per tutta  l’industria cinematografica che soffre, come e più di altre degli effetti della pandemia. A sottolinearlo è l’amico Carlo Verdone a margine della conferenza stampa in Campidoglio, dove, insieme al Presidente della Fondazione Museo Alberto Sordi, la sindaca Virginia Raggi, le testimonianze di Edoardo Pesce (interprete di “Permette? Alberto Sordi”), Christian De Sica, Carlo Verdone e Massimo Ghini, sono intervenuti Francesco Rutelli, presidente ANICA ed ex sindaco di Roma, e Walter Veltroni, anche lui ex sindaco della capitale e cineasta.

 

Il Vigile

“ Sordi ha raccontato l’umanità di quella Roma che amava definire ‘un misterioso stato d’animo, un’atmosfera, una condizione sentimentale più che una città’…”, ha ricordato il sindaco, sottolineando non solo la grandezza dell’attore ma anche dell’uomo che ha lasciato i suoi beni in beneficenza.

La celebrazione è stata l’occasione per annunciare l’apertura della Casa-Museo di Sordi il prossimo 16 setembre, un’inaugurazione, lo ricordiamo, prevista per marzo 2020 e forzatamente rinviata. Per volontà dell’attore e della sorella Aurelia, la casa diventerà un museo permanente. Ed è proprio alla sorella Aurelia che ha dedicato la sua vita ad Albeto, che verrà intitolatala piazza antistante la villa di Sordi.

Sul grande Albertone si è detto molto, ma gli aneddoti e le chicche che si scoprono sono all’ordine del giorno, capita così che Verdone racconta di una dedica del Maestro che sottolinea con “affetto paterno”, e fu quello, lascia intendere Verdone, il momento in cui pensò che un giorno avrebbero fatto un film insieme (video)

L’Atmosfera è quella delle grandi occasioni, non poteva essere diversamente nel giorno del compleanno di Alberto Sordi che oggi, 15 giugno, avrebbe compiuto 100 anni. Dalla Fondazione Alberto Sordi al Sindaco di Roma, Virginia Raggi il ricordo dell’attore e dell’uomo che continua ad essere presente nella vita dei romani e non solo. A sottolineare la internazionalità di Sordi è il ricordo di Massimo Ghini che ha raccontato un aneddoto inedito, quando Francis Ford Coppola lo chiamò a girare uno spot che riprendeva il capolavoro “Lo sceicco bianco”. In quella occasione, racconta Ghini, il grande regista gli chiese, prima di iniziare le riprese di rifargli il salto alla Sordi… Un gesto che poteva sembrare appartenere solo alla nostra cultura aveva fatto il giro del mondo (video). Il legame con Christian De Sica affonda nelle radici del cinema, per Christian Albertone era praticamente uno zio: “..non l’ho mai visto come un attore, veniva spesso a casa e per me era come uno zio…”, ha raccontato in Campidoglio,  fu proprio il padre Vittorio, infatti, a produrre il primo film di Sordi.

 


Massimo Ghini e il salto di Alberto Sordi per Coppola