marypoppinsLa Disney sta lavorando al remake di quello che è stato forse il suo film di maggior successo, ovvero Mary Poppins. La regia sarà affidata al grande Rob Marshall (Chicago), che già sta lavorando alla pellicola insieme ad una nutrita squadra di produttori e autori di canzoni. Non si tratterà di un sequel, ma della stessa storia ambientata però vent’anni dopo quella del film del 1964, che ha regalato un Oscar alla brava Julie Andrews, assolutamente perfetta nella parte. Una megaproduzione pensata per sbancare nelle multisale, che sicuramente stravolgerà quella che era la semplice magia del film originario. Anzitutto perchè non ci sarà Julie Andrews….come si può immaginare una tata volante diversa da Julie Andrews?!? E’ praticamente impossibile, per lo meno per tutte le persone della mia generazione, che hanno visto il film sognanti e lo hanno riproposto ai propri figli!
L’indignazione infatti si è già scatenata sui social: i “poppinsiani” ortodossi si lamentano e non apprezzano le papabili alternative, prima tra tutte Anne Hathaway (anche lei premio Oscar, ma non all’altezza, almeno secondo i “puristi”). Critiche anche da parte di chi ha letto i libri da cui è stato tratto il film, scritti da Pamela L. Travers, che sono convinti che una storia del genere non sia adatta per creare un blockbuster. Il remake tuttavia si annuncia anche’esso basato sui libri, anche se ancora non si sa come. E poi…quale canzone potrà mai eguagliare la mitica Supercalifragilisticespiralidoso???  Per carità, è anche possibile che il film si riveli un capolavoro, ma non sempre è bene mettere le mani sui film che hanno fatto l’immaginario collettivo…si rischia il flop per due motivi: primo, è facile che i fan dell’originale scelgano di proposito di boicottare la visione; secondo, ancora più probabile, è alquanto difficile che una copia possa essere meglio dell’originale, soprattutto in caso di pellicole iconiche come Mary Poppins. Staremo a vedere…

Commenti

commenti