Home Musica “Mille”, brano geniale, divertente e orecchiabile. Una “canzonetta” del buon umore

“Mille”, brano geniale, divertente e orecchiabile. Una “canzonetta” del buon umore

“Mille”, brano geniale, divertente e orecchiabile. Una “canzonetta” del buon umore

“Mille”, l’improbabile trio Berti, Lauro Fedez ha confezionato un brano che finalmente ci regala un po’ di spensieratezza e di alegria.

La prima volta che ho ascoltato “Mille”, ho riconosciuto subito il timbro inconfondibile di Orietta Berti, così ho prestato più attenzione. I commenti iniziali non mi erano sembrati così entusiastici. Così, senza pensarci, mi sono lasciata trascinare dalla musica. Ecco, il motivetto leggero mi ha messo subito di buon uomore e non smettevo di sorridere pensando a quando Achille Lauro e Fedez hanno registrato insieme ad Orietta. Poi ho visto il video, diretto da Giulio Rosati,, un altro piccolo capolavoro: una festa di colori, con abiti e trucco sgargianti, sfacciati e con un sapore retrò, anni ’50-’60 che si sposa benissimo con la musica. Non è un caso che il video ufficiale ha oltre 20 milioni di visualizzazioni.

Proprio quello che ci voleva per rallegrare le nostre giornate estive. Perchè se è vero che “Mille” sono i problemi che ci affliggono, inno al buonumore è sempre il benvenuto, riporta alla giusta dimensione tutto quello che accade, meglio lasciarsi andare e vivere apprezzando il bello del momento.

Insomma, non so se è chiaro, ma non solo mi  piaciuto, addirittura trovo geniale il trio inedito e tutta la produzione. Sfido chiunque a non sorridere cantando con i Mille…

 

“MILLE” (feat. Orietta Berti)
Quello che hai messo nel rossetto mi fa effetto
Mi hai fatto un altro dispetto, lo fai spesso
E mi chiudo in me stesso e balbetto
Sì, ma quanto sono stronzo, mi detesto
Ma tu non ci resti male che ognuno ha le sue
Si vive una volta sola, ma tu vali due
Vorrei darti un bacetto, ma di un etto
Se ti va ne ho ancora una dentro il pacchetto

Mi hai fatto bere come un vandalo e sono le 3
Si è rotta l’aria nel mio Panda, ora vengo da te
Però mi dici: “Non salire, che è meglio di no”
Se cambi idea mi fai impazzire, dai, baby, c’mon
Scendi divina dai gradini ma non te la tiri
Coi tatuaggi dei latini, con i gelatini
Non dire che non te l’ho detto, esco
Però ritorno presto, ti prometto

Quando sei arrivato ti stavo aspettando
Con due occhi più grandi del mondo
Quante stelle ci girano intorno
Se mi porti a ballare
Labbra rosso Coca-Cola
Dimmi un segreto all’orecchio stasera
Hai risolto un bel problema
E va bene così, ma poi me ne restano mille
Poi me ne restano mille

Tre volte di fila, beh
Sei sicura che quello che ho preso era solo Aspirina?
Seh, la notte continua
Mi avevi detto solo un altro, ma sono già tre
Così sfacciato che domando se sali da me
Sì, spogliami e facciamo un tris, please
Stanotte questa casa sembra Grease

Quando sei arrivato ti stavo aspettando
Con due occhi più grandi del mondo
Quante stelle ci girano intorno
Se mi porti a ballare
Labbra rosso Coca-Cola
Dimmi un segreto all’orecchio stasera
Hai risolto un bel problema
E va bene così, ma poi me ne restano mille
Poi me ne restano mille

Sa-sa-sabato sera
Suono il cla-cla, Ca-Cabrio nera
Siamo in macchina, una stella si tuffa e viene giù
Poi me ne restano

Sa-sa-sa, sabato sera
Suono il cla-cla-cla, Ca-Cabrio nera
Siamo in macchina, una stella si tuffa e viene giù

Labbra rosso Coca-Cola
Dimmi un segreto all’orecchio stasera
Hai risolto un bel problema
E va bene così, ma poi me ne restano mille
Poi me ne restano mille
Mille