Mina canta Zorama: “figurati se Mina, tra tanti brani sceglie il mio” 
“L’ aurora colora ogni cosa
Anche la casa che abita dentro di te
Diventa viola e rosa e magica
Reale come il camino che hai costruito”(Il tuo arredamento /Zorama) 
Zorama è il cammino di un cantautore partenopeo dal nome affascinante e misterioso, un nome nato per rendere giustizia al suo cognome un po’ bizzarro. Stiamo parlando di Mariano Rongo Zora in arte Zorama . Qualche anno fa Zorama inviò (su suggerimento di un amico), quattro brani alla più grande voce italiana, ovvero la “regina” Mina. Erano lì quei quattro brani conservati su un PC che aspettavano solo l`occasione giusta per venir fuori. Zorama non si sarebbe mai aspettato che “la tigre di Cremona” lo contattasse, anzi non sperava neanche che Mina li prendesse in considerazione: “figurati se Mina, tra tanti brani sceglie il mio brano”, ci racconta il cantautore. Dopo pochi mesi arrivò una chiamata, ovvero la “chiamata” tanto attesa e sperata. Ebbene si, Mina aveva scelto due dei quattro pezzi che gli furono inviati e scelse “Il tuo arredamento” da inserire nel suo album “Maeba”
Zorama, chi fu a contattarti per farti sapere la scelta di Mina? 
 Mi inviò una mail Massimiliano, il figlio di Mina e suo producer. Mi disse che la madre aveva ascoltato i brani e gli era piaciuto” Il tuo arredamento” (ricordiamo, scritto e composto interamente da Zorama) e lo voleva inserire nel suo album Maeba.
Sembrerà banale, ma cosa hai provato nel sentire Mina interpretare il tuo brano? 
Una sensazione strana, indescrivibile. La piu`bella voce italiana di sempre cantava un pezzo tutto mio. Un brano andato poi in onda in tutte le radio e il video andò nel preserale  su RAI1 in uno speciale dedicato a MINA. 
Hai più avuto notizie di Mina, dopo l’ uscita dell ‘album?
MINA, mi invio`il vinile di Maeba, con dedica autografata e personalizzata. 
Zorama ha alle spalle ben 4 album e oggi lo vediamo alle prese con Virus in Fabula, il suo nuovo progetto:
Un album più maturo, concreto e vulcanico. Un progetto discografico che ha impegnato tre anni per uscire. Sono soddisfatto perchè è stato un album corretto e studiato nei minimi particolari, e questo si è poi visto perché accolto positivamente dalla critica (forse il più apprezzato finora). Nominato “disco del mese” dalla storica rivista RaroPiu”.
Zorama nasce da ascolti involontari di musica, poichè il fratello maggiore era un concertista e pianista notevole. Da lì, da quelle dita che sfioravano quei tasti, Zorama capì che sentiva il bisogno di creare e comporre cose solo sue.
Cosa provavi mentre ascoltavi tuo fratello suonare? 
Ammiravo quello che faceva, le sue dita danzavano freneticamente su quei tasti d`ebano e avorio. Il suo mezza coda Kawaii sembrava un astronave e lui il suo pilota
… sul piano suona una musica che Si arrampica alla luna e scivola sui tetti…” (Zorama /Il tuo arredamento)
Grazie Zorama.
Rosa Spampanato

Commenti

commenti