Home Moda e Tendenze Musiche per videogiochi e casinò online: un mondo da scoprire

Musiche per videogiochi e casinò online: un mondo da scoprire

Musiche per videogiochi e casinò online: un mondo da scoprire

Da quando sono nati i primissimi videogiochi questi sono sempre stati accompagnati da musiche e motivetti che sono rimasti impressi nella mente degli appassionati. Come dimenticare il suono di sottofondo del primo Tetris? Ogni epoca ha i suoi giochi e videogiochi, e il secondo millennio è anche e soprattutto il periodo del boom dei casinò online, anche questi rigorosamente ricchi di suoni e “colonne sonore”. Dietro queste musiche c’è tutto un mondo di compositori, musicisti e sviluppatori che lavorano costantemente di creatività e codici per creare suoni accattivanti.

Il contesto e le innovazioni tecnologiche: terreno fertile per la crescita del fenomeno

Partiamo da una premessa: il mondo dei videogiochi e dei giochi online è un settore in continua crescita e che non conosce battute d’arresto. Ciò grazie soprattutto alla recente quanto rivoluzionaria introduzione di servizi di streaming, che hanno permesso di attivare modalità di gioco multigaming e da remoto, esempio su tutti i casinò live come su PlanetWin365. Ne deriva il fatto che le aziende produttrici di software per videogiochi e giochi online investano sempre più risorse e competenze per curare ogni minimo dettaglio per regalare all’utente un’esperienza di gioco irripetibile. Fanno parte di questa “caccia” al dettaglio sicuramente la grafica, ma anche i suoni e la giocabilità, che concorrono a rendere questi intrattenimenti fra i più amati da utilizzatori di diverse fasce d’età.

Produttori di musiche per videogiochi, due italiani fra i protagonisti

La funzione della musica nei giochi è un elemento fondamentale per permettere al giocatore di essere trasportato letteralmente in un’altra dimensione sfruttando quanti più sensi possibili. In Italia ad esempio esistono decine e decine di master specializzati nella formazione di artisti che saranno poi i futuri compositori di colonne sonore e musiche per videogiochi, informazione che ci fa capire quanto lavoro e preparazione ci sia all’interno di un prodotto di intrattenimento ludico. Basta chiedere a Luigi Sansò, professore di Trattamento digitale dell’audio con cattedra all’Università di Roma Tor Vergata, per ottenere una panoramica della “macchina creativa” che si muove dietro il mondo del gaming. Il docente in un’intervista sulla rivista ziomusic conferma l’importanza del digitale nel mondo musicale e che accoglie con entusiasmo. Inoltre Sansò prosegue affermando che il mondo dei videogiochi può essere un’ottima risorsa per musicisti e creativi in erba, che potrebbero trovare in questo settore ciò che nella discografia è più complesso soprattutto in un’epoca 4.0.

Fra i protagonisti del panorama mondiale di produttori di videogame c’è un italiano che per lavoro ha attualmente dimora fissa negli Stati Uniti. Parliamo di Diego Stocco classe ‘76, nato a Rovigo, e che nel suo curriculum può citare colonne sonore per videogiochi come Justice League Heroes, Soulcalibur IV e il famosissimo Call of Duty, oltre che film come Terminator Salvation. Altro videogioco, altro italiano: stavolta si tratta del sardo Alessandro Coronas, che è il sound designer del gioco Mutazione prodotto da Akupara Games. Coronas è stato insignito del premio Games Festival 2020 per il proprio lavoro, tracciando il cammino per altri artisti italiani in futuro.