Narcos, ora anche in TV

Narcos è una serie tv ispirata alla vita dei trafficanti sudamericani che trasportano la droga negli Stati Uniti e in Europa nel corso degli anni ’80. Il programma è stato prodotto da Netflix, ma finalmente lo si può vedere anche in tv, per tutti coloro che non intendono pagare per contenuti extra sul proprio televisore. In particolare stasera in tv in seconda serata su Rai 4 si potranno vedere alcune puntate della prima serie di Narcos.

Una serie TV non scontata
Il protagonista della serie Narcos è Pablo Escobar, il noto trafficante di droga colombiano, noto anche come il re della cocaina. Narcos per altro è una serie TV completamente dedicata ai narcotrafficanti, cosa che si può comprendere anche semplicemente dal titolo. La fiction ha utilizzato per la narrazione degli eventi anche filmati reali, tratti dalla programmazione dei tempi della tv americana. Questo permette di rendere ancora più realistica la ricostruzione dei fatti, che è però a tutti gli effetti una fiction, senza il desiderio di diventare un reportage giornalistico. I fatti sono però per la gran parte storici, quindi i filmati TV dell’epoca aiutano a renderli molto più realistici.

La prima stagione
Stasera su Rai 4 saranno trasmesse puntate della prima seria di Narcos, incentrata completamente sul tentativo della polizia americana di fermare Pablo Escobar, con alterne vicende. Le possibilità economiche date dal traffico di droga hanno infatti permesso a Escobar di uscire indenne da una serie di questioni che senza possibilità di corrompere soggetti vari di certo avrebbero avuto un esito assai differente. Nel corso della prima serie il pubblico può comprendere il personaggio di Escobar, un vero e proprio gangster dei nostri giorni, che ha agito indisturbato per decenni. Nella sua vita ha dato vita al cosiddetto cartello di Medellin, un’organizzazione criminale dedita al traffico di droga negli USA e in Europa, partendo direttamente dalla Colombia. Escobar ha avuto anche una breve esperienza politica nel corso degli anni ’80, a testimonianza del fatto che il denaro dà il potere, soprattutto in alcuni Paesi del mondo.

Le altre stagioni
Anche la seconda stagione è incentrata sulla vita di Pablo Escobar, la cui ascesa viene perfettamente narrata nel corso delle puntate. La terza stagione invece racconta della lotta al cartello di Calì, con la polizia che è alla ricerca dei due fratelli Gilberto e Miguel Rodríguez Orejuela, a capo dell’organizzazione. Calì è una città della Colombia, dove già a partire dagli anni ’70 il traffico di droga venne organizzato e si estese a tutti i settori. Il cartello di Calì entrò addirittura in guerra con quello di Medellin di Escobar. La serie narra delle uccisioni sconsiderate avvenute in quegli anni, da parte del cartello di Calì, che nella città d’origine ebbe anche il supporto del settore politico. Per vedere la caduta del cartello si dovranno attendere gli anni ’90. Purtroppo alcune zone del centro America sono ancora oggi teatro di scontri tra i trafficanti di droga, che proprio qui hanno le principali coltivazioni e produzioni di cocaina e marijuana.

Commenti

commenti