Il Direttore Artistico del Novara Dance Experience, Francesco Borelli, già danzatore e direttore editoriale della Testata giornalistica Dance Hall News, è riuscito nell’intento di trasformare la manifestazione in “ Festival Internazionale della Danza “ grazie anche alla collaborazione del Comune di Novara e del Teatro Coccia oltre che con la partecipazione della Lilit Novara Onlus (Lega Italiana per la lotta contro i tumori).

La Città di Novara per quattro giorni diventerà quindi  il riferimento del mondo della danza italiana e internazionale attraverso un Festival che, in controtendenza rispetto a quanto accade attualmente nel nostro paese, tende a valorizzare i valori della danza nel nostro Paese.

“Vorrei, come accade all’estero, che le istituzioni italiane si accorgessero della bellezza della danza, valorizzandola e rispettandola. Il Comune di Novara ha raccolto questa sfida abbracciando questo progetto”, dichiara Francesco Borelli che ha organizzato un nutrito programma che prevede due giorni di concorso, il 12 e 13 giugno dedicati alle categorie: Danza classica, danza di carattere, moderna e contemporanea) con due giurie di grande prestigio, presiedute da Anna Maria Prina, già direttrice della Scuola italiana di ballo del Teatro alla Scala per 32 anni.

Tra i giurati: Gheorghe Iancu, Paola Cantalupo (direttrice artistica e pedagogica del Centre International de Danse Rosella Hightower a Cannes), Laura Comi (direttrice della Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma), Mauro Astolfi, Luciano Cannito, Shirley Essebom. Previste  Masterclass con la Sig.ra Prina, con Keldi, Mauro Astolfi, e con la Sig.ra Paola Cantalupo.

Al termine della manifestazione, un Gala di chiusura, nel corso del quale saranno consegnati  tre premi alla carriera  a Carla Fracci, Lorella Cuccarini e Anna Maria Prina, con Luciana Savignano ballerà, in anteprima; interverranno grandi nomi della danza italiana e internazionale tra i quali Anbeta, Alessandro Macario, i primi ballerini del Teatro alla Scala, Claudio Coviello e Virna Toppi, Bruno Vescovo (già primo ballerino del Teatro alla Scala), Franco Miseria(coreografo televisivo e teatrale), Kristian Cellini (danzatore e coreografo internazionale), i primi ballerini della Spellbound Contemporary Ballet, Gisella Zilembo (event manager del Premio Maria Antonietta Berlusconi – MAB) e Antonio Desiderio (manager internazionale).

 

 

Commenti

commenti