COP_ferrari _pi forte del destino3bis.inddGiovedì 26 maggio alle 21.00, al Teatro Parioli – Peppino de Filippo di Roma, Antonella Ferrari porta in scena, per la prima volta a Roma, lo spettacolo “Più forte del destino: tra camici e paillettes la mia lotta alla sclerosi multipla”.

Lo spettacolo teatrale, realizzato in collaborazione con Sanofi Genzyme e patrocinato da AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) e dal Municipio II di Roma, è inserito nella programmazione della Settimana Nazionale della Sclerosi Multipla: Antonella, madrina di AISM, terminerà la sua stagione colma di successi a Roma, con l’obbiettivo di filtrare, attraverso una messa in scena a teatro, un tema così delicato come la sclerosi multipla.

Non vedevo l’ora di realizzare la tappa romana del mio spettacolo: per un’attrice, Roma rimane la patria dell’arte e portare la mia storia in questo bellissimo Teatro proprio nella Settimana della Sclerosi Multipla è per me un grande onore.

Lo spettacolo “Più forte del destino” è tratto dall’omonimo libro scritto dalla stessa Antonella, che racconta della sua battaglia contro la malattia: un vero e proprio resoconto di come, con coraggio e determinazione, con l’appoggio della famiglia e del suo caro “bambino peloso” Grisù, un cagnolino, citato anche durante lo spettacolo, abbia superato un terribile ostacolo della vita.

Uno spettacolo sorprendente, dove la retorica e i toni melodrammatici vogliono cedere il passo ad una grande ironia, ad una profonda leggerezza e al sarcasmo; sono questi gli strumenti con i quali Antonella vuole interagire col pubblico, che a volte sorride, a volte si commuove o più semplicemente si lascia andare in un applauso condiviso.

Un’occasione, insomma, per far convergere le necessità di chi la malattia la vive in prima persona con chi, di fronte ad uno spettacolo del genere, viene coinvolto a conoscere, a osservare e a riflettere.

In molte tappe di questo lungo tour abbiamo aiutato le sezioni locali di AISM a raccogliere fondi e molto spesso le persone, al termine dello spettacolo, mi hanno detto che questo è il modo giusto per parlare di SM: senza retorica, buonismo e drammaticità. Era proprio quello che speravo di sentirmi dire”.

Antonella, definita ” una forza della natura” vuole proprio, attraverso una messa in scena teatrale, far si  che avvenga una divulgazione e un processo informativo più intimo della malattia, scuotendo gli animi dei tanti spettatori in sala.

“Siamo orgogliosi di aderire all’iniziativa, accompagnando il messaggio forte e diretto di questo spettacolo con il nostro impegno quotidiano nella lotta alla sclerosi multipla – dichiara Enrico Piccinini, General Manager Sanofi Genzyme Italia.

Da oltre 35 anni, infatti, operiamo con l’intento di mettere la scienza al servizio dei pazienti, affinché sia possibile sviluppare terapie innovative ed offrire loro una migliore qualità di vita”.

Durante la serata romana, è prevista anche un’entrata in scena di Lorella Cuccarini, come a simboleggiare il passato di ballerina di Antonella e a dimostrazione del fatto che è possibile danzare anche solo l’anima.

“Conosco Lorella da tanti anni e quando le ho chiesto, dietro le quinte del suo bellissimo Rapunzel, di partecipare attivamente alla serata del Parioli, lei, con il suo Si, mi ha dimostrato ancora una volta di essere non solo una grande professionista ma anche una donna sensibile e attenta alle tematiche sociali”

La serata, tra l’altro, sarà gratuita fino ad esaurimento posti e potranno essere effettuate donazioni al punto informativo AISM.

Luca Di Dio

Commenti

commenti