Presentato a Viale Mazzini il Premio Biagio Agnes, condotto da Mara Venier e Alberto Matano

Nella sede RAI storica di Viale Mazzini a Roma è stata presentata la XI edizione del Premio Biagio Agnes dedicato alla memoria dello storico direttore generale della Rai e grande giornalista, premio organizzato dalla Fondazione che ne porta il nome, in collaborazione con la Rai e in partnership con Confindustria, per celebrare i valori del giornalismo, della comunicazione e dell’informazione che concentrano  l’attenzione verso la realtà italiana votata ad un imprescindibile respiro europeo e internazionale.

La cerimonia di premiazione, che si svolgerà a Sorrento dal 21 al 23 giugno prossimi e che sarà trasmessa su Rai Uno il successivo 29 giugno, costituirà un prestigioso evento televisivo condotto da Mara Venier, volto amatissimo della televisione italiana, e dal giornalista e conduttore Alberto Matano.

A Sorrento, sul palco della spettacolare Marina Grande, saranno consegnati i premi ai più importanti nomi della comunicazione nazionale e internazionale  e saliranno sul palco della manifestazione i più importanti nomi della comunicazione nazionale ed internazionale oltre che numerosi ospiti del mondo della cultura e dello spettacolo.

La  serata del 29  giugno offrirà certamente spunti di riflessione sulle tematiche più attuali miste anche a momenti di intrattenimento tra musica e parole: una ricca serata targata Rai, per la regia di Roberto Croce.

Alla presentazione del Premio, svoltasi lo scorso 3 giugno nella Sala degli Arazzi di Viale Mazzini, erano presenti Marcello Foa, Presidente Rai, Gianni Letta, Presidente Giuria Premio Biagio Agnes, Teresa De Santis, Direttore Rai1, Simona Agnes, Presidente della Fondazione Biagio Agnes oltre ai conduttori delle serate Mara Venier e Alberto Matano.

La Giuria del Premio, composta da: Gianni Letta (Presidente), Fabrizio Salini Amministratore Delegato della Rai, Giulio Anselmi, Virman Cusenza, Stefano Folli, Luciano Fontana, Paolo Garimberti, Guido Gentili, Roberto Gervaso, Giampiero Gramaglia, Paolo Liguori, Pierluigi Magnaschi, Antonella Mansi, Giuseppe Marra, Antonio Martusciello, Antonio Polito, Marcello Sorgi, Fabio Tamburini, Mons. Dario Edoardo Viganò, e i Presidenti dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti Carlo Verna e della Regione Campania Vincenzo De Luca consegnerà gli ambiti trofei a tredici categorie tra giornalisti radioe tv, della carta stampa e del web oltre che dell’editoria.

La Fondazione Biagio Agnes, nata nel 2011 con l’obiettivo di dare continuità ai valori umani e professionali dello storico direttore generale della Rai promuove e organizza, oltre al Premio anche una serie di importanti attività culturali: il Premio Internazionale dell’informazione, il Forum di medicina e informazione scientifica “Un Check-up per l’Italia” e il “Forum Internazionale Turismo e Cultura.

L’impegno profuso da Biagio Agnes nel corso della sua vita e della sua carriera viene attraverso il Premio tramandato e tradotto concretamente in ogni attività della Fondazione, che, attraverso eventi, incontri, dibattiti e iniziative culturali focalizzati su temi di forte interesse mediatico, persegue la missione di valorizzare una informazione vera, corretta e accurata, diffondendo la conoscenza come unica via per la libertà dell’individuo e per la comprensione della realtà. La Fondazione ha tra le sue finalità anche quella di esaltare il binomio tra impresa e cultura sviluppando sinergie con il territorio e le sue eccellenze in ambito culturale.

Di seguito i selezionati al Premio Biagio Agnes della undicesima edizione:

Premio Internazionale: Antoni Cases, Giornalista e consulente editoriale;

Premio per la Carta Stampata: Lina Palmerini, Il Sole 24 Ore;

Premio Miglior Cronista: Gianni Santucci, Corriere della Sera;

Premio Giornalista d’Inchiesta: Andrea Bassi, Il Messaggero;

Premio Giornalista per l’Europa: Antonio Megalizzi (alla memoria), reporter appassionato d’Europa rimasto vittima dell’attentato terroristico di Strasburgo lo scorso dicembre 2018; Giovanna Pancheri, corrispondente da New York – Sky TG24;

Premio per la Televisione: Lucia Goracci, corrispondente Rai;

Premio per la Radio: I Lunatici, Rai Radio 2. Autori e conduttori: Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio;

Premio Giornalista Scrittore: Per la saggistica: Gennaro Sangiuliano, Direttore Tg2 e  Per la narrativa: Giovanni Grasso, con il libro Il caso Kaufmann;

Premio Nuove Frontiere del Giornalismo: Andrea Pontini, AD ilGiornale.it, per la creazione della piattaforma di crowdfunding per i reportage di guerra Gli Occhi della Guerra;

Premio Giornalismo Sportivo: La Gazzetta dello Sport, Direttore Andrea Monti;

Premio Editoria: Quotidiana: 140 anni de Il Messaggero; Periodica: 90 anni di Domus;

Premio Under 35: Francesco Maesano, Tg1;

Premio Cinema e Fiction: Serena Rossi, per l’interpretazione e il record di ascolti del film “Io sono Mia”, andato in onda in prima serata su Rai1.

 

 

Commenti

commenti