Gialuigi Nuzzi Quarto Grado

“QUARTO GRADO”, NOEMI: LIEVE E GRADUALE MIGLIORAMENTO DELLA FUNZIONE RESPIRATORIA

“Quarto Grado” apre approfondendo la drammatica situazione in cui versa Noemi, la bambina di quattro anni ferita da un colpo di pistola venerdì 3 maggio, in un agguato in Piazza Nazionale a Napoli. Le sue condizioni restano critiche anche se nelle ultime ore va registrato un lieve e graduale miglioramento della funzione respiratoria.

Intanto, all’Ospedale Santobono di Napoli, i genitori di Noemi hanno ricevuto la visita del Capo dello Stato Sergio Mattarella, del ministro dell’Interno Matteo Salvini e del sindaco della città Luigi De Magistris.

Secondo alcuni, non si sarebbe trattato di un agguato di camorra, ma di un regolamento di conti personale. Questo cambierebbe decisamente il quadro investigativo, senza però diminuire la tragedia che ha coinvolto la piccola Noemi.

Il caso di Marco Vannini: chi gli ha sparato?

L’approfondimento a cura di Siria Magri torna anche sulla morte di Marco Vannini, il ragazzo di Ladispoli ucciso da un colpo di pistola il 18 maggio 2015, mentre era a casa della sua ragazza.

Nei giorni scorsi sono emerse nuove testimonianze: un amico dell’ex Comandante dei carabinieri di Ladispoli, afferma che a sparare sarebbe stato il figlio di Ciontoli e non il padre Antonio. Per l’omicidio, i giudici della Corte d’Assise di Roma hanno condannato Ciontoli-padre a cinque anni di reclusione (contro i 14 inflitti in primo grado). Sempre in appello sono invece state confermate le condanne per i due figli e per la moglie di Antonio Ciontoli.

Venerdì 10 maggio, in prima serata, su Retequattro, nuovo appuntamento con “Quarto Grado”. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.

Per le segnalazioni da parte dei telespettatori, sono sempre attivi il centralone e l’account di Facebook Messenger del programma.

Inoltre, prosegue la campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne, fil rouge di questa edizione: gli spettatori possono inviare un selfie con l’emblematica “scarpa rossa” sugli account social di “Quarto Grado”.

Commenti

commenti