Novità per l’undicesima edizione del Bif&st, il festival diretto da Felice Laudadio, che si terrà a Bari dal 21 al 28 marzo 2020: le sale nelle quali si svolgeranno gli eventi, oltre che il Teatro Petruzzelli ed il Teatro Margherita, diventeranno quattro perché ad esse si aggiungono anche quella del Piccinni e del Kursaal, entrambi per la prima volta disponibili dopo il restauro; a queste si aggiungono, come di consueto, le sale del Multicinema Galleria. L’edizione 2020 sarà dedicata a Mario Monicelli, con una grande retrospettiva e una mostra fotografica.

Il Bif&st, posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è promosso dalla Regione Puglia Assessorato all’Industria Turistica e Culturale, con la collaborazione del Comune di Bari, ed è prodotto dalla Fondazione Apulia Film Commission con l’apporto anche di diversi sponsor.

Al Teatro Petruzzelli verranno ospitate le Anteprime internazionali, con otto film selezionati fra la produzione mondiale più recente e totalmente inediti in Italia, e il Panorama internazionale nel quale verranno presentati in concorso in anteprima italiana o mondiale dodici film provenienti da tutto il mondo cui la giuria – presieduta da un importante cineasta – attribuirà i seguenti tre riconoscimenti: Bif&st International Award per il miglior regista, Bif&st International Award per la migliore attrice protagonista, Bif&st International Award per il miglior attore protagonista. Il Petruzzelli ospiterà inoltre le seguitissime Lezioni di cinema che alle 11 di ogni giorno saranno tenute, dopo la proiezione alle 9 di un loro film, da otto prestigiose personalità del cinema a ciascuna delle quali verrà conferito – in serata di gala – il Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence, riproduzione in platino del celebre profilo di Fellini disegnato da Ettore Scola.

Il Teatro Piccinni ospiterà una rassegna di otto film – accompagnati dai loro autori e interpreti – della produzione più recente di una grande cinematografia straniera, e la sezioneItaliaFilmFest nella quale verranno presentati alcuni dei migliori film italiani fra quelli usciti in sala o passati nei festival internazionali da aprile 2019 a marzo 2020 ai quali saranno stati conferiti i seguenti riconoscimenti attribuiti dalla giuria stabile del Bif&st composta da 10 critici:Francesco Alò (Il Messaggero), Valerio Caprara (Il Mattino), Francesco Gallo (ANSA), Fabio Ferzetti (L’Espresso), Alessandra Levantesi Kezich (La Stampa), Paolo Mereghetti (Corriere della Sera), Franco Montini (presidente SNCCI), Emiliano Morreale (La Repubblica), Federico Pontiggia (Il Fatto Quotidiano e La Rivista del Cinematografo), Silvana Silvestri (Il Manifesto):

  • Premio Mario Monicelli per il miglior regista; Premio Franco Cristaldi per il miglior produttore;Premio Luciano Vincenzoni per la migliore sceneggiatura; Premio Anna Magnani per la migliore attrice protagonista; Premio Vittorio Gassman per il miglior attore protagonista; Premio Alida Valliper la migliore attrice non protagonista; Premio Alberto Sordi per il miglior attore non protagonista;Premio Ennio Morricone per il miglior compositore delle musiche; Premio Giuseppe Rotunno per il miglior autore della fotografia; Premio Dante Ferretti per la migliore scenografia; Premio Roberto Perpignani per il miglior montaggio; Premio Piero Tosi per i migliori costumi.

A questi riconoscimenti si aggiungeranno altri tre premi riservati esclusivamente alle opere prime e seconde uscite in sala o passate nei festival internazionali da aprile 2019 a marzo 2020:Premio Ettore Scola per il miglior regista; Premio Mariangela Melato per il cinema per la migliore attrice protagonista; Premio Gabriele Ferzetti per il miglior attore protagonista.

Tutti i riconoscimenti verranno consegnati prima della presentazione dei film al Teatro Piccinni. I cineasti vincitori parteciperanno inoltre ad un appuntamento quotidiano, i Focus su… che, moderati da Franco Montini, si terranno al Teatro Margherita che ospiterà inoltre gli Incontricoordinati da Jean Gili e tutte le conferenze stampa dei film in programma, le mostre, i convegni.

Il Multicinema Galleria sarà il centro di molte altre attività del Bif&st 2020, a cominciare dalla sezione Nuovo cinema italiano che presenterà, fuori concorso, un certo numero di film di recente produzione nazionale non ancora usciti in sala.

Verrà inoltre presentata, per la sezione La storia, la memoria, una grande retrospettiva composta da decine di film e da una mostra fotografica dedicate a Mario Monicelli a dieci anni dalla scomparsa del grande regista, organizzate con la collaborazione determinante dellaCineteca Nazionale del Centro Sperimentale di Cinematografia che da un decennio collabora con il Bif&st.

Infine, come da ogni anno a questa parte, verranno organizzati alcuni laboratori intorno ai mestieri del cinema, con la partecipazione massima di 30 “allievi” per ciascun laboratorio selezionati in base ai C.V. Queste attività (corsi di informazione e formazione ai mestieri del cinema – della durata di 8 giorni – già attivi fin dalla prima edizione) saranno ospitate dal 21 al 28 aprile.  Questi i laboratori previsti: Laboratorio di regia a cura di Gianni Amelio, Laboratorio di sceneggiatura a cura di Franco Bernini, Laboratorio di montaggio a cura di Walter Fasano,Laboratorio di critica cinematografica a cura di Paolo D’Agostini.

Il Festival è posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, é promosso dalla Regione Puglia presieduta da Michele Emiliano, assessore all’Industria Turistica e  Culturale Loredana Capone; con la collaborazione del Comune di Bari, sindaco Antonio Decaro e con il sostegno della direzione generale Cinema del MIBAC; prodotto dalla Fondazione Apulia Film Commission presieduta da Simonetta Dellomonaco, direttore generaleAntonio Parente, RUP Cristina Piscitelli.

 

 

 

Commenti

commenti