Home Lo Sapevate che... Romano Prodi racconta la notte in cui entrò in vigore l’Euro

Romano Prodi racconta la notte in cui entrò in vigore l’Euro

(dpa) - Firecrackers rise into the sky behind the giant Euro sculpture that stands in front of the European Central Bank (ECB) in Frankfurt, 1.1.2002. January 1st, 2002 marked the official date for the launch of the Euro as common currency for 300 million citizens in twelve European states: Belgium, France, Luxemburg, Netherlands, Germany, Austria, Ireland, Italy, Finland, Spain, Portugal and Greece.

E’ andata in onda su RaiPlay la quattordicesima puntata di “ Ossi di Seppia “ dedicata stavolta alla entrata in vigore della moneta europea, l’Euro, con un narratore d’eccezione: Romano Prodi, l’ex Presidente del Consiglio, che ha ricordato come data storica quella del 1 gennaio 2002 che vide il successo della nuova moneta, particolarmente sotto l’aspetto unificatore di un continente finalmente unito e senza frontiere.

 “ Ossi di Seppia, quello che ricordiamo “la prima serie Tv non fiction dell’era post pandemia, prodotta da 42° Parallelo, è una esplorazione emozionale del passato che, in ventisei puntate e altrettanti eventi (che si avvalgono del repertorio tratto dalle Teche Rai e dagli archivi fotografici) ripercorre quei fatti che hanno caratterizzato la storia del nostro Paese, che hanno segnato le nostre vite e che rimarranno appunto… quello che ricordiamo.

L’uomo politico ed economista che svolse la funzione di Presidiente del Consiglio dei Ministri per ben due volte ( dal 1996 al 1998 e da 2006 al 2008 ) e che è stato una delle figure più iconiche della cosiddetta “ Seconda Repubblica “, soprannominato “ Il Professore “, ha descritto agli spettatori con dovizia di particolari affascinanti il valore che la nuova moneta ebbe ad assumere quale valuta da utilizzarsi per ogni tipo di scambio nei primi dodici Paesi che ebbero ad adottarla e le sue riflessioni su cosa sarebbe stata ora l’Italia senza l’euro.

“ …fu la realizzazione di un sogno inseguito per più di un secolo “ , ha detto Prodi ricordando le lunghissime preparazioni e i tentativi falliti, fino a ricordare finalmente la notte più lunga dell’anno quando grandi festeggiamenti accolsero l’arrivo dell’Euro con  la gente  in fila agli sportelli bancari per prelevare la nuova banconota. L’euro è stato sicuramente l’evento finanziario economico più importante del dopoguerra. Per alcuni è stato anche più di questo, è stato un avvenimento politico, è stato il compimento di un sogno ed è stata la prova tangibile, visibile che l’Europa è unita”.