Sal Da Vinci torna a Napoli ai primi di Maggio con lo spettacolo “Se Amore è…Revolution”

Lo show sarà in scena per dieci giorni al Teatro Augusteo di Napoli, dall’1 al 10 maggio 2015.

“Se Amore è…REVOLUTION”, scritto dallo stesso artista insieme a Gino Landi e a Paolo Caiazzo, con le pregiate narrazioni di Pasquale Panella, è un racconto delle varie sfaccettature dell’amore e della vita.

Con un linguaggio naturale, spontaneo, non “urlato” come ci ha abituato purtroppo la comunicazione televisiva, Sal propone uno show di oltre due ore di musica alternate a sketch, affidati all’attore Lello Radice che lo accompagna in questa avventura interpretando il  personaggio del “disturbatore” positivo, con incursioni in toni sarcastici a volte, altre in modo poetico.

Come sempre quando c’è Sal da Vinci, la musica è la componente principale dello show: l’artista, infatti,  proporrà, oltre ai suoi successi (tra tutte “Vera”, vincitrice del Festival Italiano di Canale 5, e “Non riesco a farti innamorare”, terza al Festival di Sanremo 2009) brani che non cantava dal vivo da molto tempo.

Inoltre Sal presenterà per la prima volta dal vivo  “Tu stella mia”, brano inedito che fa parte della colonna sonora del film “Si accettano miracoli” di Alessandro Siani. Non mancheranno brani dal repertorio della grande tradizione napoletana, ma anche momenti dedicati ai grandi autori italiani, da Modugno a Battisti, da De Andrè a Don Backy, e un omaggio particolare a Pino Daniele.

Un posto speciale nello spettacolo è quello Francesco, figlio di Sal, che duetterà in alcuni brani accompagnato al pianoforte dal padre. Sal ha debuttato in tenera età e ritrovarsi con suo figlio oggi sullo stesso palcoscenico è una grande emozione e fonte di orgoglio.

La regia dello spettacolo è di Gino Landi, così come le coreografie. La scenografia è affidata a Luigi Ferrigno. Le luci, di Francesco Adinolfi, sono innovative e strettamente funzionali al racconto, per comunicare al meglio il messaggio dello spettacolo. I costumi sono di Rosario Zaccaria.

I musicisti, diretti da Maurizio Bosnia, sono: Sasà Dell’Aversano alla chitarra acustica, Diego Leanza alla chitarra elettrica, Gaetano Diodato al basso, Gianluca Mirra alla batteria e  Antonio Mambelli alle percussioni.

 

 

 

Commenti

commenti