Molto attesa alla finale del 32° Sanremo Rock l’esibizione di Rosmy, la cantante lucana della famiglia Trichitella, suonatori girovaghi di arpa e di violino che ha portato a New York ed a Parigi la tradizione dell’arpa viggianese.

Rosy ha un passato di cantante e attrice di teatro ed ha interpretato vari spettacoli teatrali portati in scena in diverse città italiane oltre ad aver recitato e cantato in importanti Festival con Moni Ovadia, Fioretta Mari, Francesco di Giacomo e Rodolfo Maltese del Banco del Muto Soccorso nello spettacolo “Pane Loro”; la sua attuale e saliente caratteristica è quella di affrontare, in musica tematiche sociali che trattano temi sociali importanti, come il bullismo, il “ghosting”, l’indifferenza della gente e la frenesia del mondo moderno.

Con il singolo “Inutilmente”, uscito nell’estate del 2018, è stata finalista al Premio Lunezia ed a  gennaio 2019 è uscito il suo disco d’esordio, “Universale”, anticipato in radio dal singolo “L’amore è rincorrersi”.

A Sanremo  Rosmy si esibirà con la sua band tutta al femminile proponendo il singolo attualmente in radio “Addormentarsi insieme”, una ballata che racconta tra rock e poesia il suo dolore per la perdita di Lucky, il suo cagnolino, e “Fammi credere all’eterno”, due brani tratti dal suo disco d’esordio “Universale”.

Il Festival, una accesissima competizione che ha per scopo la ricerca di nuovi talenti del rock, si svolgerà dal 4 al 7 giugno al Teatro Ariston di Sanremo e la finale non a caso si svolge proprio nella stessa città e nello stesso teatro del più noto dei festival canori italiani.

 

Commenti

commenti