Dal prossimo 5 marzo, e vi resterà fino al successivo 13 marzo, è in programmazione al teatro Sistina di Roma “ SCHOOL OF ROCK “, la cui divertente trama tratta di  Dewey Finn, un musicista che viene cacciato dalla sua band perché troppo scalmanato, e, disperato per la mancanza di soldi, si spaccia per il nuovo supplente di una prestigiosa scuola.

Non sapendo ovviamente nulla di materie che non riguardino la musica, devia immediatamente le proprie lezioni in quella direzione, accorgendosi ben presto dell’enorme talento della propria classe. Con questa formerà una band e si iscriverà ad una imminente battaglia tra band.

Ma riuscirà a farlo di nascosto dalla Preside e dai genitori?

Le meravigliose musiche di  Andrew Lloyd Webber accompagnanano le liriche di Glenn Slater ed i testi di Julian Fellowes.

Il lavoro, tratto dall’omonimo film della Paramount scritto da Mike White gode, in questa particolare edizione in scena al teatro romano, della regia e dell’adattamento italiano di MASSIMO ROMEO PIPARO che opera da tempo, nella sua qualità di direttore artistico del Sistina per portare novità aventi al loro interno la musica: con  questa sua ulteriore fatica porta in Italia un grande titolo internazionale, per la prima volta dopo Broadway e il West End.

Nei panni del celebre chitarrista irriverente Dewey Finn (ruolo che fu di Jack Black), il bravissimo Lillo, alias Pasquale Petrolo (per questa occasione senza il compagno Greg).

Ad accompagnarlo in questa divertente commedia che è soprattutto un grande omaggio alla musica, un cast di 25 performer e tre band dal vivo, con 13 protagonisti under 14, selezionati tra i 90 allievi dell’Accademia Sistina.

Il musical ha debuttato il 6 dicembre 2015 a Broadway al Winter Garden Theatre dopo alcune anteprime, con la regia di Laurence Connor e coreografie di JoAnn M. Hunter, con Alex Brightman e Sierra Boggess nei panni rispettivamente di Dewey Finn e Rosalie Mullins; successivamente ha ottenuto un altro grande successo  nel West End, al Gillian Lynne Theatre il 14 novembre 2016, dove è tutt’ora in scena.

 

Commenti

commenti