Sergio Castellitto candidato Miglior Attore non protagonista ai Prix Iris 2020 per “Mafia Inc.”

Sono stati annunciati i candidati ai Prix Iris 2020, prestigioso riconoscimento canadese assimilabile agli Oscar americani o i Cèsar francesi. Sebbene la cerimonia televisiva è stata annullata a causa della pandemia di COVID-19, gli organizzatori stanno attualmente lavorando su alternative creative per organizzare la cerimonia di premiazione.
30 lungometraggi di fiction, 32 film documentari, 17 cortometraggi animati e 37 cortometraggi di fiction sono stati valutati nelle ultime settimane per la nomina di un totale di 188 finalisti. Per la votazione nella categoria dei film di fiction, oltre 2.200 membri votanti dell’industria cinematografica hanno unito le loro voci a quelle della giuria in un primo turno di votazioni, con una partecipazione quasi due volte maggiore rispetto agli anni precedenti.

Anche l’Italia è rappresentata quest’anno in una delle cinquine in lizza grazie all’attore Sergio Castellitto candidato nella categoria Miglior attore non protagonista per il lungometraggio Mafia Inc. che ha totalizzato 10 candidature tra cui miglior film, miglior attore protagonista (Marc-André Grondin), migliori costumi e migliore direzione artistica. Castellitto è in lizza per la categoria al fianco di Pier-Luc Funk (Matthias et Maxime), Robin Aubert (Merci pour tout), Rémy Girard (Il pleuvait des oiseaux) e Sasson Gabai (La femme de mon frère).

Mafia Inc. è un crime canadese diretto da Daniel Grou (meglio noto con lo pseudonimo Podz) e basato sul libro “Mafia Inc: The Long, Bloody Reign of Canada’s Sicilian Clan” dei giornalisti André Cédilot e André Noël. Il film vede protagonista Marc-André Grondin nei panni di Vincent Gamache, un uomo che viene coinvolto nel crimine organizzato di Montreal attraverso la sua amicizia con Giaco Paterno, figlio di un potente boss mafioso.
I Gamache, sarti di padre in figlio, vestono la famiglia mafiosa dei Paternò da tre generazioni. I loro figli provengono dallo stesso quartiere, dalle stesse scuole. Vincent “Vince” Gamache (Marc-André Grondin) lavora per conto del boss Frank Paternò (Sergio Castellitto) e del figlio maggiore Giaco (Donny Falsetti), mentre sua sorella Sofie (Mylène Mackay) frequenta Patrizio, il più giovane della famiglia Paternò. Vince, spericolato e impetuoso, sferra un duro colpo per impressionare il padrino, alimentando la gelosia di Giaco. Scoppia la guerra. Ognuno deve scegliere la propria parte, Paternò o Gamache. Su entrambi i lati, c’è un prezzo da pagare. Un prezzo colossale…

È stato il “padrino” italo-canadese, Vito Rizzuto da Cattolica Eraclea, e Sergio Castellitto ne interpreta il ruolo in Mafia Inc., con il nome di Frank Paterno, apice della mafia siciliana di Montréal, personaggio immaginario ma ispirato a Rizzuto, secondo l’adattamento dell’omonimo libro dei giornalisti André Cédilot e André Noël.

Castellitto in Canada è stato candidato nella cinquina dei premi Iris, considerati come Cèsars/Oscar canadesi, nella categoria Miglior Attore Non Protagonista, nel film diretto da Daniel Grou, alias Podz. Concorrono nella Categoria con lui anche Pier-Luc Funk in Matthias e Maxime, Robin Aubert in Grazie di tutto, Rémy Girard in Pioveva uccelli, Sasson Gabai ne La moglie di mio fratello. Il film con Castellitto, anche nella categoria Miglior Film.

 

Commenti

commenti