Speciale Atlantide- Gli anni dell’Odio. Andrea Purgatori introduce “La Prima Linea” e La Seconda volta”

L’arresto di Cesare Battisti riapre ferite mai chiuse di una stagione drammatica e violenta della storia italiana. GLi anni definiti “di piombo”, anni bui della storia italiana che tornano pesantemente alla memoria, dopo la cattura di Cesare Battisti, condannato all’ergastolo e latitante per quaranta anni. La fuga di Battisti è finita in Bolivia, grazie agli accrdi internazionali l’Italia ha ottenuto l’arresto e la possibilità che sconti la condanna all’ergastolo per omicidio.

Andrea Purgatori nello Speciale Atlantide – Gli anni dell’odio, in onda domani alle 21.15 su La7, presenta e introduce due film importanti, anche discussi e controversi, su quella stagione. Accanto a lui un ospite testimone di quegli anni e di oggi: Paolo Mieli.

Nel corso della serata andranno in onda La prima Linea, diretto da Renato Di Maria e interpretato da Riccardo Scamarcio e Giovanna Mezzogiorno, racconta la nascita e la fine di Prima Linea, organizzazione armata dell’estrema sinistra italiana di stampo comunista, dai picchetti agli omicidi, fino all’organizzazione dell’evasione di alcune terroriste tra le quali Susanna Ronconi, fidanzata di Sergio Segio, conosciuto come il “comandante Sirio”.

A seguire, La seconda volta di Mimmo Calopresti, con Nanni Moretti e Valeria Bruni Tedeschi. Il film mette in scena il confronto tra un ex terrorista e la sua vittima, un incontro a Torino tra due persone con una storia tragica alle spalle: lui è il professor Alberto Sajevo, lei è Lisa Venturi, la terrorista che dodici anni prima gli aveva sparato.

Commenti

commenti