Home Primo Piano Speciale TG5 “Parole dal Silenzio, Emanuele Filiberto chiede “perdono” alla Comunità ebraica

Speciale TG5 “Parole dal Silenzio, Emanuele Filiberto chiede “perdono” alla Comunità ebraica

Speciale TG5 “Parole dal Silenzio, Emanuele Filiberto chiede “perdono” alla Comunità ebraica

L’approfondimento della testata diretta da Clemente J. Mimun – con le testimonianze di Sami Modiano e Liliana Segre e le storiche dichiarazioni di Emanuele Filiberto di Savoia –in onda sabato 23 gennaio, in seconda serata, su Canale 5.

«Parole dal Silenzio» è il titolo dello Speciale TG5 in onda sabato 23 gennaio, in seconda serata, su Canale 5.

27 gennaio 2021: si celebra il 20° Giorno della Memoria, istituito dal Parlamento con la Legge 211 del 2000. L’articolo 2 del codice recita: in questo giorno «sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado».

Ciò, purtroppo, è reso molto difficile dalla attuale pandemia.

Per realizzare lo speciale, a cura di Roberto Olla, le telecamere del TG5 sono andate a casa di Sami Modiano, a Roma, e al Memoriale Binario 21, a Milano, assieme a Liliana Segre. Nasce così un nuovo racconto focalizzato sulle principali domande che i giovani rivolgono ai testimoni. Centrali, le parole che emergono dal lavoro sulla memoria.

Nella seconda parte dello speciale, le storiche parole di Emanuele Filiberto di Savoia, che in una intervista a Cesara Buonamici chiede «perdono» alla comunità ebraica italiana per le leggi razziali fasciste, che il nonno Vittorio Emanuele III firmò nel 1938. Una vergogna voluta dal regime di Mussolini, che portò all’isolamento e alla discriminazione totale degli ebrei.

Emanuele Filiberto parla della lettera scritta alla comunità ebraica, nella quale dice anche: «condanno le leggi razziali del 1938, di cui ancora oggi sento tutto il peso sulle mie spalle e con me tutta la Real Casa di Savoia e dichiaro solennemente che non ci riconosciamo in ciò che fece Vittorio Emanuele III: una firma sofferta, dalla quale ci dissociamo fermamente, un documento inaccettabile, un’ombra indelebile per la mia Famiglia, una ferita ancora aperta per l’Italia intera».

Un’anticipazione dell’intervista a Emanuele Filiberto sarà proposta nell’edizione delle ore 20.00 del TG5 di questa sera, venerdì 22 gennaio.