Dopo il successo ottenuto su MioCinema dal 2 all’8 luglio scorsi, il lungometraggio di Elisa Mishto ha iniziato dal 10 luglio scorso il suo viaggio nelle arene e nei cinema italiani: il 15 luglio é approdato a Firenze, alle ore 21:30, presso il Cinema nel Chiostro, Chiostro Grande di Santa Maria Novella, con ingresso da piazza della Stazione, 5. Alla proiezione erano presenti, per un saluto iniziale e il dibattito dopo il film, la regista e Sascha Ring (Apparat), una delle stelle della musica elettronica europea, autore della colonna sonora.

 Il film, un ritratto poetico e radicale di una generazione senza nulla da perdere e nulla da guadagnare nella storia di due giovani donne che non potrebbero essere più diverse: Julie è un’ereditiera testarda e sarcastica che celebra l’ozio e di tanto in tanto si reca volontariamente in una clinica psichiatrica per sfuggire al lavoro e alle responsabilità. Agnes, d’altra parte, è una giovane e ingenua infermiera, madre di una bimba di tre anni con un problema fondamentale: nonostante le ansie di soddisfare tutte le aspettative, ancora non ha capito cosa voglia dire essere madre.

Quando le due donne si incontrano in clinica, nonostante le evidenti differenze, iniziano una ribellione che metterà a ferro e fuoco tutto e tutti quelli che gli stanno intorno  sarà quindi in programmazione al Cinema Ariston di Trieste dal 16 al 19 luglio; il 17 luglio al cinema Antoniano di Bologna (alla presenza di Mishto e Ring); il 22 luglio all’Arena Argentina di Catania e al’arena Palma di Trevignano(alla presenza del produttore, Andrea Stucovitz) e il 24 luglio all’Arena Frontone di Perugia.

Interpreti Natalia Belitski, Luisa-Celine Gaffron, Martin Wuttke, Jürgen Vogel e Giuseppe Battiston, una produzione Cala Film e Partner Media Investment, prodotto da Martina Haubrich e Andrea Stucovitz,è stato presentato nella sezione “Panorama Italiano” di Alice nella Città 2019.

Commenti

commenti