Home Cinema Anteprime Film Su Sky e Canal+ la rilettura di un western classico: Django, con...

Su Sky e Canal+ la rilettura di un western classico: Django, con Matthias Schoenaerts

Sono iniziate in Romania tra Racos, Bucharest e l’area del Danubio, le riprese della rilettura in chiave contemporanea del classico western “ Django “, con Matthias Schoenaerts che interpreta l’iconico personaggio del titolo, accanto a Nicholas Pinnock nei panni di John Ellis, antagonista di Django, Noomi Rapace nel ruolo della potente e spietata nemica di Ellis, Elizabeth, e a Lisa Vicari, che nella serie è invece Sarah, la figlia di Django.

Selvaggio West, tra il 1860 e il 1870. Sarah e John hanno fondato New Babylon, una città di emarginati, piena di uomini e donne di ogni estrazione, razza e credo, che accoglie tutti a braccia aperte. Perseguitato dal ricordo dello sterminio della sua famiglia otto anni prima, Django sta ancora cercando sua figlia, credendo che possa essere sopravvissuta al massacro. Rimarrà scioccato nel ritrovarla a New Babylon, in procinto di sposare John. Ma Sarah, ora una donna adulta, vuole che Django se ne vada, poiché teme che restando possa mettere a repentaglio New Babylon. Tuttavia, Django crede che la città sia in pericolo e non è assolutamente disposto a perdere sua figlia una seconda volta.

Liberamente ispirata al classico di Sergio Corbucci, l’attesissima serie TV Django è completamente girata in inglese: in dieci episodi da sessanta minuti, prodotta per Sky Studios e Canal + da Cattleya e Atlantique Productions (parte di Mediawan) e co-prodotta da Sky Studios e CANAL+, in collaborazione con Odeon Fiction e StudioCanal TV.

I primi episodi sono diretti da Francesca Comencini (Gomorra – la Serie), che è anche direttrice artistica della serie, mentre quelli successivi saranno diretti da David Evans (Downton Abbey) e da Enrico Maria Artale (Romulus).

La serie è stata creata e scritta da Leonardo Fasoli (Gomorra – La Serie, ZeroZeroZero) e Maddalena Ravagli (Gomorra – La Serie), entrambi anche co-autori del soggetto di serie insieme a Francesco Cenni e Michele Pellegrini. Due episodi sono stati scritti da Max Hurwitz (ZeroZeroZero, Manhunt).