Sette impasti diversi, farine di tipo 1, macinate a pietra con mulino di inizio ‘900, dalle 48 alle 120 ore di lenta lievitazione naturale, prodotti di qualità come il pomodorino del piennolo del Vesuvio, capperi di Salina, burrata pugliese, alici di Cetara.

Un prodotto che abbraccia i cinque sensi: perché la sua pizza è bella da vedere, dal profumo ammaliante, gustosa e vellutata al tatto. E l’udito? Talmente buona che vi ritroverete ad ascoltare improvvisi apprezzamenti ad alta voce.

Mercoledì 8 luglio, alle ore 12:00, a Napoli, presso il locale “Sua Maestà la pizza” (sito in via Manzoni 83/85), si discuterà di gusto e alimentazione sana.

Ne parleranno: il prof. Giovanbattista Boccacini, coordinatore sud Italia e docente di medicina bio-naturale presso A.MI. University, il dottor Carlo Montinaro, presidente dell’Università Popolare Nuova Scuola Medica salernitana, la dottoressa Maria Valente, specialista dell’alimentazione e i produttori di mozzarella, pomodoro, olio e farina, Pasqualino Calatola, diabetologo nutrizionista, presidente regionale S. I. M. D. O. (Società Italiana Metabolismo Diabete e Obesità), Chef Antonio Bedini, ambasciatore AIGS per centro nord est Italia, Master Chef Marco Faiella, quattro forchette rosse Michelin, con i quali si potrà interloquire.

Modererà l’evento la giornalista enogastronomica Laura Gambacorta. Al termine della conferenza, seguirà una degustazione gourmet con i prodotti tipici della tradizione.

Il locale di Sua Maestà la pizza verrà inaugurato per il pubblico sempre mercoledì 8 luglio, alle ore 19:00. Per l’occasione, il Maestro Gourmet Varlese creerà una pizza regale, con scaglie d’oro ed altri ingredienti pregiati per il valore di 1.000 euro, il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza all’Associazione no-profit “Orfani della vita” il cui Presidente è Maria De Lucia, cantautrice, in arte D’Aria.

Commenti

commenti