Per la regia di Fabio Cattani, esce a novembre Cronaca di una passione interpretato da Vittorio Viviani e Valeria Ciangottini.
Ispirato da fatti di cronaca realmente accaduti Cattani porta al cinema in modo toccante e commovente la tragedia quanto mai attuale di una famiglia piegata dalla crisi economica e strozzata da uno Stato sordo ed indifferente.
Cattani racconta con dignità e in modo per niente patetico il dramma di Giovanni e Assunta, due coniugi sessantenni che per una vita hanno vissuto insieme serenamente e dignitosamente, gestendo con passione nella cittadina di provincia in cui vivono. Da qualche anno però anche la loro attività risente della grave crisi economica che attanaglia tutto il Paese. Accumulano debiti con lo Stato a causa di una cartella esattoriale che non sanno come saldare. Tirano avanti finché l’Agenzia di riscossione dei tributi decide per loro disponendo il pignoramento forzato della loro casa e la successiva messa all’asta.
Da questo momento per Giovanni e Anna comincia un inesorabile calvario che li porterà alla perdita della loro attività, della loro casa, della loro serena quotidianità ed intimità. Trasferiti in una casa famiglia dai servizi sociali, saranno costretti a vivere in camere separate e in condizioni quasi di degrado. I due coniugi, pur avendo la morte nel cuore, faranno di tutto per ricominciare a vivere e lottano per non perdere la loro dignità. 
E’ la cronaca di una passione, di un calvario che sembra avere un’unica soluzione, la più estrema.
Nella logica della testimonianza, portata e raccolta fra la gente, “Cronaca di una passione” e il suo regista compiranno un vero e proprio tour lungo lo Stivale che partirà in autunno per arrivare alla primavera, iniziando dal Nord Est, l’area con la più alta percentuale di suicidi legati alla crisi economica nel periodo 2012-2015 per poi proseguire nel resto del paese. Tra il 2012 e il 2015 in Italia, 628 persone si sono tolte la vita per cause legate direttamente al deterioramento delle condizioni economiche personali o aziendali. Su un totale di 16,7 milioni di pensionati italiani, quasi 8 milioni percepiscono meno di mille euro mensili e oltre 2 milioni meno di 500 euro.
Il film sarà protagonista di un vero e proprio tour in tutta Italia che prenderà l’avvio il 7 novembre in Veneto, la regione più toccata dai suicidi per la crisi economica. Prima tappa al Cinema Roma di Vicenza (ore 20,30).

Commenti

commenti