Home News Tra Dolce Vita e Totò truffa: 40enne polacco in manette per furto...

Tra Dolce Vita e Totò truffa: 40enne polacco in manette per furto di monetine

Roma: Fontana delle Neiadi

Accade a Roma. Il mito dell Dolce Vita colpisce ancora…a distanza di 55 anni, il ricordo della Fontana in cui entrare a piedi nudi è ancora vivido persino nella fantasia di un 40enne polacco che, nella mattinata del 15 aprile, un caldo giorno di primavera, ha deciso di fare un piccolo tuffo nella Fontana delle Naiadi. L’uomo però deve essersi ispirato anche ad altri film del cinema italiano (viene alla mente i film “Totò truffa” in cui Totò vende la Fontana di Trevi ad un ingenuo turista, raccogliendo le monetine dei turisti, dichiarando che la fontana rende bene e quindi è un ottimo affare), entrando nella fontana per “prelevare” le monetine che romantici turisti lanciano ogni giorno in ogni bella fontana capitolina. Ignaro del divieto, almeno così sembrava, si è tirato su i pantaloni ed è entrato nella fontana facendo incetta di monetine. L’arrivo della Polizia ha interrotto la sua “pesca miracolosa” dichiarando alla pattuglia di zona di parlare poco l’italiano e di non essere a conoscenza del divieto…Così, davanti ai pazienti agenti, l’uomo si è messo sul bordo della fontana e si è ricomposto pronto ad abbandonare la fontana.

Chissà, forse il calore primaverile di Roma era un po’ troppo per il giovane polacco, e così ha pensato bene di tuffarsi nuovamente. Ancora una volta non ha avuto fortuna, la pattuglia che controlla la zona lo “ripescato” nella fontana e a quel punto per F.A non c’è stata possibilità. Al nuovo invito ad uscire dalla fontana, ha opposto resistenza arrivando a minacciare e a colpire gli agenti  che lo hanno arrestato per furto aggravato, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.