Home News Un incredibile Piero Angela divulga “ I Segreti del Mare “

Un incredibile Piero Angela divulga “ I Segreti del Mare “

Un incredibile Piero Angela divulga “ I Segreti del Mare “: “ … il problema non sono i problemi, ma sono gli uomini “.

E’ sera, è buio ai Mercati di Traiano di Roma quando Piero Angela torna dopo un incontro con la stampa sul palco allestito su un terrazzo del complesso costruito dall’Imperatore Marco Ulpio Nerva Traiano intorno all’anno 100 d.c. su progetto dell’architetto Apollodoro di Damasco pressoché tutto in “ opus latericium (calcestruzzo romano rivestito da un paramento in mattoni) per descrivere ad un attentissimo pubblico le poco conosciute caratteristiche e le qualità di quella vasta distesa di acqua salata che lambisce le coste di isole e terre continentali; e sorprende gli astanti, invogliandoli nell’ascoltarlo, con la sua lucidissima, completa, chiara esposizione scientificamente molto valida di come il mare sia quasi certamente alla base delle origini e del mantenimento della vita, con la sua produzione di quel vitale elemento che è l’ossigeno ( ne produce il 50% del fabbisogno del pianeta ) e con l’altra caratteristica di assorbire l’anidride carbonica in misura di almeno il 35%.

Espone come i grandi enti e le grandi organizzazioni internazionali non si occupino a sufficienza dei problemi che affliggono il complesso delle acque che lambiscono le nostre coste, evidenzia una serie di problemi che nel tempo potranno portare alla inarrestabile, negativa, modifica dell’intero pianeta perché l’interazione naturale tra mare, atmosfera e clima è stata alterata dopo circa quattro miliardi di anni dall’origine di quella vita che proprio dal mare è emersa come una Venere che ora viene offesa e vilipesa. Rassicura anche sullo scioglimento dei ghiacciai e sull’innalzamento delle acque ma avverte “ … il problema non sono i problemi, ma sono gli uomini “.

Il tutto accompagnato da splendide proiezioni, aneddoti e storie di vita sott’acqua che hanno incantato e forse anche un tantino tranquillizzato i presenti comunque allertati ed invitati ad adottare le dovute misure.

Splendida la descrizione della formazione delle acque sul pianeta Terra avvenuta dopo l’impatto di meteore formate da ghiaccio e ghiaia anche provenienti da altri pianeti, ad es. da Marte, e del lungo periodo di formazione della vita al di sotto del mare, argomento che ha interessato il limitato pubblico che, causa le note restrizioni, è potuto intervenire alla serata, una serata purtroppo al freddo e che ha visto la divulgazione di quelli che per i più sono segreti ma che per il Grande Piero Angela sono frutto di decenni di studi e di deduzioni, di scoperte, di lavoro di grande divulgatore.

Insomma un Grande Affabulatore che all’età di quasi novantadue anni è in grado di commentare, di istruire, di costruire informazioni ben oltre quelle alle quali la tv ci ha abituati ad assistere; ma dal vero è un’altra cosa!

A fare da corollario, ma non da spalla, anzi, un bravo e simpatico Alberto Luca Recchi, esploratoregiornalistafotografo subacqueo italiano appassionato di squali bianchi a favore dei quali divulga la assoluta capacità di fraternizzare con l’uomo diversamente da quanto il pensiero comune ha finora ritenuto; il motivo è uno solo: il mare, questa grande madre, fornisce loro tutto il necessario per sopravvivere.

Recchi è l’autore di un importante libro fotografico commissionatogli da National Geographic ed è anche noto per essere uno dei primi ad aver intrapreso, a fine anni 1990, diverse spedizioni per documentare, ad esempio, le balene bianche; da bravo autore ha descritto al pubblico di ieri sera fatti e misfatti che avvengono sott’acqua, dai comportamenti dei pesci alle loro abitudini, anche sessuali; la sua verve e la sua passione, la sua simpatia sono emersi nel corso di quello che può senz’altro definirsi un vero e proprio stage sul mare.

Non è mancata la parte musicale in questo favoloso spettacolo di interesse divulgativo con il Maestro Jazz Danilo Rea che ha accompagnato con il suo pianoforte ogni frase, ogni discorso, ogni interessante argomento tanto di Piero Angela che del suo “ collaboratore “ Alberto Luca Recchi con il quale il primo ha intrapreso una serie di presentazioni del genere di quella alla quale abbiamo assistito incantati e che ha già toccato, oltre a Roma all’Auditorium S.Cecilia, Venezia e Milano.

Pino Strabioli, simpatico come sempre, emozionato, ha condotto la serata.