Con l’eloquenza e l’ironia di chi, conoscendo profondamente la materia, riesce a rendere accessibile e leggera una materia complessa e immensa come l’arte, Vittorio Sgarbi, curatore della manifestazione “Spoleto Arte”, ha presentato, il 27 giugno a Spoleto, gli artisti che hanno preso parte alla seconda edizione di Spoleto Arte regalando al prestigioso e numeroso pubblico che ha affollato la sala di Palazzo Leti-Sensi una lezione di arte e di comunicazione. Il suo linguaggio schietto e informale arriva direttamente a chi ascolta, una dote che non si impara dai libri,

Punto di riferimento per grandi artisti e per giovani promesse, Spoleto Arte si propone come un laboratorio in cui i “grandi vecchi” dell’Arte mettono la propria esperienza al servizio dei giovani. Tra i grandi artisti contemporanei, Eugenio Carmi ha ricordato che l’Arte, quella vera, deve emozionare, altrimenti non è arte. Ai nostri giorni tutti si sentono artisti, sentono l’esigenza di esprimersi, ma pochi riescono a lasciare un segno nella storia.

Nel video alcuni momenti della conferenza stampa di presentazione a Roma e dell’inaugurazione a Spoleto, montaggio a cura di Anna Montella.

L’arte ha bisogno di mecenati e Salvo Nugnes, fondatore di Promoter Arte, è uno dei pochi che profonde grandi energie nella promozione di artisti giovani e meno giovani riuscendo a mettere insieme grandi nomi, quali Dario Fo, Eugenio Carmi e Josè Dalì, al fianco di promettenti e giovani esordienti, creando eventi che diventano una vera festa dell’Arte.

RS

Commenti

commenti