Home Cinema Volami via, dal 19 agosto la storia di un’amicizia al cinema

Volami via, dal 19 agosto la storia di un’amicizia al cinema

Volami via

 

A distanza di circa tre anni dalla realizzazione di Conta su di me, il regista Christopher Barratier riporta sullo schermo la vera storia di un incontro che ha cambiato la vita di due ragazzi completamente diversi: Thomas e Marcus, interpretati rispettivamente da Victor Belmondo e Youann Elondou.

Volami via è la storia di Thomas, un trentenne immaturo e inaffidabile i cui unici interessi sono le serate in discoteca e le belle donne. A seguito di un incidente automobilistico, suo padre, un chirurgo conosciuto e stimato, decide di portarlo con sé al lavoro per affidargli l’assistenza di Marcus, un ragazzo dodicenne che soffre sin dalla nascita a causa di una malattia al cuore.

Sarà l’occasione per rivalutare appieno l’esistenza. Se Thomas apprende per la prima volta quanto sia fortunato, Marcus sfrutterà l’amicizia per sperimentare tante cose che nel suo caso sembravano un’utopia come il piacere di guardare un film al cinema, andare allo stadio per sostenere la squadra del cuore, cantare una canzone in pubblico e conoscere luoghi diversi.

Sin dalla scena del primo faccia a faccia, il pensiero va ad un’altra bellissima prova del cinema francese: Quasi amici, realizzato nel 2011. Da allora, molti registi hanno trovato l’ispirazione per raccontare molti incontri simili. Del resto, le attività che quotidianamente si svolgono negli ospedali, nei centri di assistenza e nelle parrocchie, offrono buoni spunti per la fantasia e non è difficile trarne un racconto.

Nel caso di Volami via, la trama potrebbe far storcere il naso: si tratta di un remake, tratto da Conta su di me di Marc Rothemund ed essendo una storia già conosciuta e per di più vera, qualcuno potrebbe rinunciare a vederla.

Personalmente, ritengo che la tenerezza e la dolcezza con cui gli attori protagonisti recitano il loro ruolo, si rivelano i migliori ingredienti per questo film. Nonostante la tematica e la malattia di Marcus, Christopher Barratier il regista, ha scelto di renderlo molto leggero. Spesso, Belmonondo ed Enlodou, dialogano tra loro in disparte e le battute non mancano mai di lasciare scappare una risata. E poi, l’esistenza è bella perché offre una grande occasione per mettersi in gioco. Una lezione su tutte, la scena in cui Marcus si improvvisa cantante. Essendo stonato tutti gli consigliano di lasciare perdere, invece, l’emozione di averlo fatto resterà sempre una pagina incancellabile, da inserire e incorniciare nell’album dei ricordi.

Da queste consapevolezze, ritengo che Volami via sia un film da vedere. L’uscita in sala è prevista per il 19 di agosto.

 

Eugenio Bonardi