Home News “ Women for women “ per contribuire a combattere la violenza di...

“ Women for women “ per contribuire a combattere la violenza di genere e sostenere le donne affette da tumore al seno

L’iniziativa dell’Associazione Consorzio Umanitas, giunta quest’anno alla sua settima edizione, per promuovere il contrasto alla violenza di genere e per offrire aiuto a quelle donne che, affette da tumore al seno non debbono affrontarlo in solitudine, ha avuto il suo culmine con un evento assolutamente particolare che si è svolto allo Spazio ‘900  sotto la manageriale direzione della instancabile Donatella Gimigliano la quale, già impegnata in numerose opere di assistenza e di beneficenza a donne vittime, appunto, di episodi di violenza e di donne colpite da quel tragico male che è il tumore al seno, ha sapientemente realizzato uno spettacolo del tutto particolare coinvolgendo emotivamente il numeroso pubblico convenuto nel salone dell’Eur per assistere alle premiazioni di numerose persone che con i loro problemi ed i loro comportamenti hanno contribuito al raggiungimento dei fini dell’Associazione.

All’insegna del motto e con la speranza che “ dalla violenza  si può uscire “ sul palcoscenico del prestigioso salone dell’Eur sono convenuti per questa “ Celebrity Edition “ personaggi della politica, della cultura, dello spettacolo, della Croce Rossa Italiana oltre che facenti parte della Lega Italiana per la lotta ai tumori.

Lo spettacolo, che sarà trasmesso in versione registrata su Rai2 alle 17,00 del prossimo 4 giugno 2022, ha incluso il Premio “ Camomilla Award “ specificamente dedicato a coloro che si sono distinti contro la violenza di genere e per le iniziative adottate per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla assoluta utilità della prevenzione del tumore al seno, tutt’oggi ancora non sufficientemente presa nella dovuta considerazione.

Perché “ Camomilla Award “: perché il fiore di camomilla, che in fitoterapia è utilizzato per aiutare le piante malate a guarire, simboleggia nello specifico la forza e la solidarietà, elementi questi dei quali i premiati con una scultura realizzata dal maestro orafo Michele Affidato, sono stati riconosciuti dotati ed in grado di apportare il loro prezioso contributo alla soluzione di problemi riguardanti anche particolari della vita di relazione comunque riconducibili a forme di collaborazione alla soluzione dei problemi che hanno formato oggetto della kermesse.

Molti i premiati ed altrettanti i loro prestigiosi accompagnatori in palcoscenico: da Filomena Lamberti che ha raccontato la sua odissea dopo essere stata vittima di un getto di acido solforico da parte del marito a Carolina Marconi che ha raccontato le sue pene dopo aver appreso di essere stata colpita da tumore descrivendo con parole colme di affetto la stima per i medici e per tutti coloro che l’hanno assistita consentendole una vera e propria “ rinascita “.

Elga Magrini, simpaticamente carica di affetto verso tutti coloro che l’hanno sostenuta nelle sue vicissitudini ha raccontato con parole colme di sentimento e di ringraziamento il suo calvario, ma ha anche saputo descrivere e trasmettere al pubblico presente in sala la forza che ha saputo trarre dall’insegnamento che la vita ha voluto darle mettendola a tanto dura prova.

A sua volta Luca Tomassini, ballerino, coreografo e direttore artistico di X Factor, dopo aver descritto gli innumerevoli episodi di  violenza ai quali suo padre sottopose lui da bambino e sua mamma, ha raccontato cosa sia per lui il talento estendendo il racconto a diversi momenti della sua vita: lui che è costantemente impegnato in un’opera tendente a raggiungere lo scopo di poter aiutare qualcuno a fare lo stesso, magari anche in modo diverso.

Molto apprezzata l’idea di accompagnare le descrizioni dei singoli da starring partners che li hanno preceduti nei loro racconti.

Nel corso dello spettacolo, abilmente ed agilmente condotto da Arianna Ciampoli e da Beppe Convertini, si sono alternati in palcoscenico con esibizioni e descrizioni di particolari situazioni di violenza, personaggi dello spettacolo quali Carolina Crescentini, Antonia Liskova, Maria Grazia Cucinotta, la danzatrice ucraina Anastasia Kuzmina, Luana Ravegnini.

I premi sono stati consegnati, tra gli altri, anche dalla Ministra per le pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti affiancata dalla ex ministra Maria Elena Boschi ora capogruppo di Italia Viva alla Camera dei Deputati .

Un premio anche all’agente di  Pubblica Sicurezza Jacopo Saracino che, in servizio alla centrale operativa della Questura di Milano,  intuì prontamente che una chiamata al 112 per “ una pizza “ nascondesse in effetti l’accorato appello di una donna in quel momento vittima di violenza da parte del marito, salvandole la vita.

I Professori Mario Pelle Ceravolo e Matteo Angelini hanno ricevuto il “ Camomilla Award “ per l’opera gratuitamente da loro prestata a favore di Maria Antonietta Rositani che, vittima di violenza da parte del marito, riportò ustioni sul 75% del corpo, facendole recuperare la funzionalità.

Lapo Elkann, presidente della Fondazione Laps, è intervenuto in collegamento tv per descrivere il suo obiettivo di supportare anche in Paesi diversi dall’Italia le persone più colpite dalla crisi economica legata al Covid-19 mentre la Presidente di Salvamamme, Grazia Passeri, è anch’essa intervenuta in palcoscenico a simboleggiare, se mai ve ne fosse ancora bisogno, la grande solidarietà dell’intero mondo assistenziale che si dedica alla donna per assisterla in ogni evenienza.

Alcuni premi sono stati consegnati dal Vice Presidente della Camera dei Deputati On.le Fabio Rampelli, dal Vice Direttore Intrattenimento Day Time della Rai Silvana Vergato e dal Direttore di Rai2 Massimo Lavatore.

Prestigioso ed ampio il parterre: dall’assessore capitolino alle Attività Produttive e Pari Opportunità Monica Lucarelli, all’On. Federico Mollicone, a Lorena Di Galante, Presidente del Comitato per le Pari Opportunità del Dipartimento della P.S, al Dirigente Superiore della P.S. incaricato dell’Ufficio Relazioni Esterne e Cerimoniale Mario Viola per continuare con Alessandra Viero che conduce con Gianluigi Niuzzi la trasmissione televisiva Quarto Grado che spesso si interessa di episodi di violenza sulle donne, ad Ezio Bonanni Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto, Chiara Giordano con il ballerino Andrea Evangelista.

Il successo della serata, che ha avuto per regista Antonio Centomani e che è nata da un format frutto dell’ingegnosa opera di Donatella Gimigliano ( anche autrice dei testi ), è stato assicurato dalla fruttuosa collaborazione tra la stessa Gimigliano con Antonio Centomani, Mariano D’Angelo e Fabrizio Silvestri mentre la bellissima e scintillante scenografia è stata opera di Mario Garrambone; al successo della serata hanno contribuito inoltre una nutrita schiera di patrocinanti e sponsor quali il Senato della Repubblica, la Camera dei Deputati, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero della Cultura, la Regione Lazio, il Comitato Unico di Garanzia MIC, il Comune di Roma Capitale, la Rai, l’Unicef, la Croce Rossa Italiana, la Lega Italiana per la Lotta contro i tumori.