Home Cinema A Gabriele Muccino il Cinecibo Award alla carriera e per il miglior...

A Gabriele Muccino il Cinecibo Award alla carriera e per il miglior film

Si terrà il 18 dicembre alle ore 18,30 in digital edition la manifestazione “ Cinecibo Aweards “ che quest’anno si arricchisce di nuovi nomi nel parterre dei premiati: la diretta sulla pagina Facebook, condotta da Laura e Silvia Squizzato sarà aperta da un saluto del Presidente Onorario Michele Placido.

 Nel corso della serata saranno premiate le migliori scene con cibo dei film presentati ai maggiori festival cinematografici internazionali, proiettati nelle sale o trasmessi con la modalità ‘on demand’, nel corso del 2020; previsti riconoscimenti anche per quei personaggi che hanno valorizzato il legame tra cinema e cibo, protagonisti della scena italiana del cinema ma anche della fiction e del web, del giornalismo e del mondo dell’enogastronomia.

Cinecibo Award rappresenta una tappa importante di un progetto ideato da Donato Ciociola che si propone di valorizzare la buona alimentazione e il cinema di qualità e comprende un tour tra i festival del cinema più importanti. Durante la serata ci saranno collegamenti con i direttori artistici di alcuni festival. Tra questi Nicola Timpone di Marateale, Maddalena Mayneri di Cortinametraggio, Alberto La Monica del Festival Europeo del Cinema, Antonio Flamini del Terre di Siena Film Festival.

“Oltre ai premiati annunciati qualche giorno fa – ha dichiarato Donato Ciociola – ho il piacere di comunicare che la nostra giuria quest’anno ha deciso di assegnare il Cinecibo Award alla carriera al Maestro Gabriele Muccino, un regista sensibile e attento ai cambiamenti sociali, con un stile unico capace di coinvolgere emotivamente attori e pubblico con scene di forte empatia. È sua anche la regia di ‘Gli anni più belli’ che la nostra giuria ha individuato come miglior film della stagione e per il quale viene premiato suo produttore Marco Belardi. Le scene di cibo ne’ ‘Gli anni più belli’ – continua Ciociola – riescono a riassumere magnificamente un lungo periodo della nostra vita, attraversando ceti sociali diversi, stili di vita e amicizia oltre il tempo. È una commedia che racconta, anche attraverso scene legate alla gastronomia, quarant’anni di storia d’Italia, con una narrazione delicata e profonda che scava negli abissi dell’anima e recupera i valori umani più veri”

“Altro premio deciso è l’Exploit Young Cinecibo Award, che andrà a Fotinì Peluso. Se con Gabriele Muccino – dice il patron di Cinecibo – celebriamo la carriera di un grande regista, con lei premiamo un’attrice che già dagli esordi ha saputo scegliere bene le storie e i personaggi da interpretare, lavorando con Francesca Archibugi, Claudio Noce, Ivan Cotroneo e Francesco Bruni, in modo tale da essere già considerata uno dei punti di riferimento per il cambio generazionale attualmente in atto nello star system italiano. Interprete superba nel lungometraggio “Il Regno del regista Francesco Fanuele, riesce ad essere l’antagonista forte del film grazie a un’immagine austera che non si rompe mai. E il suo rapporto con il cibo rafforza l’eleganza rigorosa e solenne del suo personaggio”:

“Passando alle altre categorie in concorso – prosegue Ciociola – voglio ricordare che il Cinecibo Award per miglior documentario andrà a Pasta Imperiale di Peter Heller. Un viaggio tra presente, passato e futuro di quattro emigrati italiani che hanno influenzato e cambiato il gusto e le abitudini dei tedeschi a tavola, uomini che hanno saputo investire nella tradizione culinaria italiana al punto da diventare proprietari di ristoranti, importatori e distributori di prodotti alimentari italiani a Monaco di Baviera, la città più italiana della Germania”

 “La creatività è sicuramente la qualità per eccellenza che accomuna l’arte culinaria alla settima arte – dice Ciociola – e negli scorsi anni abbiamo premiato importanti chef e pizzaioli per la creatività in cucina. Questa volta la giuria ha deciso di premiare un personaggio del mondo dell’enogastronomia, che ugualmente crea piatti gustosi con costante creatività e originalità, ma non è uno chef. La sua professione è quella dello Food Mentor. Lo conosciamo come conduttore di Linea Verde Estate su Rai1, parte del cast di ‘È sempre mezzogiorno’ condotto da Antonella Clerici e Buongiorno Benessere. Parlo di Marco Bianchi, che premieremo con il Cinecibo Award premio per l’enogastronomia per il suo impegno nella promozione dei fattori protettivi della dieta e delle regole della buona alimentazione attraverso consigli gastronomici che aiutano a prevenire le patologie più comuni valorizzando i prodotti tipici, nel rispetto della territorialità e della stagionalità

 “Non poteva certo mancare – prosegue Donato Ciociola – un riconoscimento per il miglior programma televisivo tematicoche va Marco Lombardi. Critico cinematografico ed enogastronomico, creatore della ‘Cinegustologia’, docente di cinema ed enogastronomia alla Sapienza e al Suor Orsola Benincasa, conduce “Come ti cucino un film” su Gambero Rosso Channel, dove ogni volta racconta un film trasformando 3 suoi personaggi, o temi, o stili, in 3 differenti piatti grazie a uno chef artisticamente vicino alla pellicola cui fornisce degli input sensoriali che dovranno essere presenti nei piatti”.

“Come da tradizione – conclude Donato Ciociola – i vincitori hanno ricevuto, insieme all’Award, una selezione di prodotti tipici campani del nostro partner principale, la Organizzazione di Produttori Terra Orti. Gli altri partner sono il Caseificio La Fattoria di Battipaglia, l’azienda casearia produttrice della ‘zizzona’, quello che forse è il prodotto simbolo del cibo al cinema dell’ultimo decennio, celebrato nel film ‘Benvenuti al Sud’, che proprio quest’anno ha compiuto dieci anni dalla sua uscita nelle sale. A loro e agli altri partner, come Inteli Comunicazione, Cinecittà LuceGold Metal Fusion e Tiesse, va il mio ringraziamento perché hanno consentito quest’anno a Cinecibo, nonostante le difficoltà, di non fermarsi e di continuare, seppur in ‘Digital Edition’, a portare avanti il suo progetto di valorizzazione delle opere cinematografiche a tema gastronomico”.

Questo l’elenco dei premiati:

Miglior Film, “Gli anni più belli” per il quale verrà premiato il produttore Marco Belardi

Cinecibo Award alla carriera, Gabriele Muccino

Migliore Attrice,  Paola Cortellesi per “Figli” 

Miglior Regista,  Giampaolo Morelli  per “7 ore per farla innamorare”

Miglior Attore ex aequo, Max Tortora e Stefano Fresi  per “Il Regno”

Exploit Exploit Young Cinecibo Award, Fotini Peluso per “Il Regno”

Best Comic Actor, Ricky Memphis per “Un figlio di nome Erasmus”

Icon Tv FictionLillo (Pasquale Petrolo) per “Permette? Alberto Sordi”

Miglior Sceneggiatore, Gianluca  Ansanelli per “7 ore per farla innamorare” e “Un figlio di nome Erasmus”.

Migliore Casting Director, Teresa Razzauti

Exploit International Cinecibo Award ad Andrea Iervolino

WebComic, Nonna Rosetta e Casa Surace

Cinecibo Award per l’enogastronomia, Marco Bianchi

 Miglior Documentario, Pasta Imperiale di Peter Heller

Best Short Award, It’s Real Love, di Rocco Giurato 

Miglior programma televisivo gastronomico, Marco Lombardi per ‘Come ti cucino un film’, Gambero Rosso Channel