Eliana Michelazzo e Manila IorioLa pausa estiva non è servita a placare le polemiche e le accuse reciproche sulla vicenda di Pamela Prati, Eliana Michelazzo e Pamela Petricciolo, anzi!

Dopo mesi ancora non si conosce la verità su chi ha ingannato chi, di certo ad essere ingannato è stato il pubblico a partire dal finto fidanzato continuando con tutti i risvolti terribili della vicenda. Pubblichiamo di seguito un estratto dell’intervista rilasciata da Eliana Michelazzo a Manila Iorio nel corso del programma “Esclusivo”.

Tutto quello che Eliana Michelazzo non ha confessato a “Live – Non è la d’Urso” nell’intervista esclusiva con la trans Manila Gorio: “Pamela Perricciolo pensavo fosse una sorella, invece si è rivelata un mostro”, e ancora: “Le sono stata vicino a causa della sua obesità: l’ho conosciuta che pesava 140 kg, aveva una patologia: lei stava male, io le ho fatto da badante”

ESCLUSIVO – Dopo l’intervista a Pamela Perricciolo, nuovo scoop di Manila Gorio nel suo programma “Esclusivo”, in cui ha intervistato
un’altra protagonista del “Prati-gate” (tornato ufficialmente alle cronache con “Live – Non è la d’Urso”) ossia Eliana Michelazzo, che ha
raccontato alla conduttrice trans pugliese tutto quello che non è riuscita a dire da Barbara D’Urso.

Nelle 2 interviste di Manila, il confronto Perricciolo-Michelazzo è un’anteprima con dichiarazioni esclusive, prima del faccia a faccia
preannunciato in trasmissione dalla D’Urso.

Affermazioni forti, che non lasciano spazio ad una riconciliazione: “Dice che mi vuole bene ancora oggi, dopo tutto il male che mi ha fatto?
Io non accetto più il suo bene, dopo aver scoperto che il mio marito virtuale era Pamela Perricciolo”

Manila: “Se avessi davanti Donna Pamela, oggi, cosa le chiederesti?”
Eliana: “Perché? Non meritavo tutto questo male. Ho perso 10 anni della mia vita” e prosegue “Io non la chiamerei donna. Pamela, punto. Una donna non fa delle cose del genere”

Manila: “Ma non c’è stato un istante in cui hai dubitato che ci fosse qualcosa che non tornasse?”, Eliana: “No, mai. La scusante era ‘Io esco
per la linea telefonica, perché così la linea è protetta per lo stato di antimafia’. Io ero chiusa in camera: non ho mai potuto vedere se era lei
che scriveva i messaggi, eravamo sempre lontane, specialmente negli ultimi anni. Io aspettavo, poi lei arrivava e si chiudeva nella sua
stanza, io mi chiudevo nella mia”

Poi torna sulla faccenda giudiziaria: “Dietro di lei sono sicurissima che ci sono altre persone, anche degli uomini e con le autorità lo
appureremo. E’ come un’associazione, in cui in cambio di alcuni favori chiedeva soldi”

E parla del perché ha voluto/dovuto “credere” al finto fidanzato: “Inizialmente l’aveva fatto con Manuela Arcuri, ma lei non si è fatta
fregare, lei è stata capace di distogliersi. Io ero in casa con lei: avevo 5 euro in tasca, non avevo lavorato. Sono stata obbligata a stare in casa con lei, non avevo altro”

Manila: “Se lei ammettesse il fatto e ti chiedesse perdono la perdoneresti?”
Eliana: “No. Gli anni che mi ha levato non me li ridà nessuno. Mi ritrovo a 40 anni, senza famiglia e senza figli”

Su Pamela Prati: “Le ho scritto una lettera, ma non mi ha risposto. Se tu vai a fare le foto con uno che non è quello della fotografia, ma è
un’altra persona (un cesso) che non era bello come quello della foto originale… Ma allora, un dubbio?… Andiamo a Verissimo, Toffanin le
chiede la foto, va in camerino e non torna: hai la foto insieme a lui? Scendi e fai vedere la foto, così anche Silvia non si sente presa in
giro. Scende, senza cellulare e fa finta di niente… Poi su insistenza va a prenderlo e fa vedere la fotografia: sai quale? Una foto con Marco,
il bambino, Rebecca e Lei: foto collage in posa… ma come dopo la paparazzata?!? Ti ci devi sposare e non fai una foto con lui???”

Link completo intervista: https://youtu.be/Tm7GvQ681T8

Altre dichiarazioni di Eliana Michelazzo ad ESCLUSIVO

“Le artefici di questo giallo sono Pamela Prati e Pamela Perricciolo”

“L’hai visto quanto era bello lui? Io guardavo la fotografia ed ero felice, mi arrivava la foto del pettorale, al telefono mi diceva
amore… Se tu hai una debolezza e non hai un nucleo famigliare, cerchi la tua famiglia: anche se non li vedevo fisicamente, mi coccolavano”

“Se uno si prende gioco di un minore, parlando per 3 anni di un tumore alla gola… pensi che ammetterà mai che è stata lei?”

“Ha creato 200 account falsi: è una cosa premeditata che pensava e portava avanti da anni”

“Una che ha studiato giurisprudenza ne sa sempre più di me, io ho fatto l’estetista”

“Ora, se ha un po’ di coscienza, mi aspetto basta bugie”

Link “ESCLUSIVO” della precedente intervista a Donna Pamela:
https://youtu.be/92vEt1Zqruc

Commenti

commenti