Giovanni Caccamo trionfa a Sanremo 2015 sbaragliando i giovani e, soprattutto ha messo d’accordo la critica, vincendo addirittura i due premi della sala stampa. L’emozione che lo ha fatto tremare nell’attesa dei risultati della sfida con Nigiotti e poi nella sfida finale con i Kutzo è superata dalla gioia e ha ritrovato, dopo i dovuti festeggiamenti, quella serenità che lo contraddistingue.
Una vittoria, quella di Sanremo, da attribuire al sostegno di grandi come Caterina Caselli e di Battiato che lo ha chiamato comunicandogli che i suoi nipoti lo vogliono conoscere.
Per Caccamo una nuova linfa vitale, uno stimolo per continuare a credere nel suo lavoro, ha dichiarato in conferenza stampa, dopo quattro anni di porte chiuse e sbattute in faccia. Forse un esempio per molti giovani per continuare a credere nei propri sogni di non arrendersi davanti alle tantissime difficoltà: “Il dono più grande è stato ridare un sorriso a quello che faccio, in quattro anni ho bussato tante porte e pensi che tutto sia un messaggio di mollare, la vittoria mi da la possibilità di crederci ancora”.
“Spero che in questa vittoria abbia vinto l’autenticità . Le persone hanno bisogno di verità, di non sentirsi prese in giro…”, ha dichiarato Giovanni.

Commenti

commenti