ARTE CINE&TURISMO CINEMA INTERVISTE LIBERAMENTE LIBRI LO SAPEVATE CHE... MODA E TENDENZE MUSICA NEWS RECENSIONI SR E JR RUBRICHE TEATRO TV
Caricamento in corso

Festival Tulipani di Seta Nera: i corti della “diversità”

Festival Tulipani di Seta Nera: i corti della “diversità”

Condividi questo articolo:

Barbara De Rossi , madrina del Festival dei Tulipani di seta Nera

Barbara De Rossi , madrina del Festival dei Tulipani di seta Nera

Il “Festival Internazionale Film Corto Tulipani di Seta Nera Rai”, una delle più importanti e prestigiose rassegne di cinema breve che punta i riflettori sulla valorizzazione di tutte le diversità, ha concluso i lavori del 2015, col la serata di premiazione a cui hanno partecipato numerosi personaggi del mondo dello spettacolo. La manifestazione, nata da un’ idea di Paola Tassone e fondata dall’Associazione “l’Università Cerca Lavoro” presieduta da Ilaria Battistelli, è prodotta da Diego Righini e presieduta da Andrea Roncato. Ad aprire la serata, introdotta dai conduttori Giancarlo Magalli e Metis di Meo, che ha sottolineato il coinvolgimento della Rai con la proiezione dei corti sui canali Rai, coinvolgendo il pubblico nella scelta dei vincitori. Magalli De Rossi La prima ad esibirsi sul palco è stata  la cantante e atleta paraolimpica Annalisa Minetti che ha ricevuto il Premio Sorriso Diverso 2015, consegnato da Franco Bettoni, Presidente ANMIL Onlus e FAND, per aver regalato con le sue canzoni tanti sorrisi, senza mai dimenticare lo sfondo, le difficoltà e la diversità. A seguire sono stati chiamati sul palco, la madrina e il padrino di questa 8° edizione Barbara De Rossi e Vinicio Marchioni, accolti da Andrea Roncato, che ha affermato “Il cinema rappresenta la vita e la vita è diversità: essere un Tulipano Nero in mezzo a tanti bianchi può essere anche un vantaggio”.  In rappresentanza della Rai il Vice Direttore di Rai 4, Rai Movie e Rai Premium Paolo Bistolfi, che ha dichiarato: “Apprezzo moltissimo i registi di cortometraggi, è difficile raccontare in un tempo ridotto una storia completa”.

 

Vinicio Marchioni padrino del Fastival dei Tulipani di seta nera

Vinicio Marchioni padrino del Fastival dei Tulipani di seta nera

I Premiati

Serena Gray, Presidente della Giuria di VariEtà e Sara Lauricella, Vice-Presidente della Giuria di VariEtà hanno consegnato il Premio Sorriso di VariEtà ad Antonio Petruccelli per il cortometraggio “Mihaela”. A consegnare il Premio Miglior Sorriso Nascente a Fabio Pompili Rossini e Antonio Parisiano per il corto “Onda anomala – Un colpo a sole” sono saliti sul palco la madrina Barbara De Rossi e il responsabile opere prime di Rai Cinema Carlo Brancaleoni, E’ stato poi consegnato, dall’attrice Giulia Elettra Gorietti e dal Presidente Anche Cinema Andrea Costantini, il Premio Anche Cinema a “Tanaliberatutti” di Alessandro Sena. A introdurre il contest del Festival all’interno dell’Expo con i corti Smile Food Showreel a tematica di cibo e diversità il responsabile del portale Short Food Movie Andrea Salvi e la Vice Presidente della giuria di VariEtà Sara Lauricella. Il Premio Sorriso Diverso 2015 è andato al regista Paolo Genovese per la mobilità del gioco di dialoghi e intreccio delle sue commedie e per lo svecchiamento di molti stereotipi della satira: con i suoi film il cinema d’intrattenimento italiano sembra poter contare finalmente su un dinamismo e una modernità da lungo tempo attesi Successivamente è stato premiato come Miglior #SocialClip, dall’editore musicale Heristal Pietro Paluello, “Bambini di Natale” di Giusy Rocca e ha ritirato il premio il produttore Paolo Dossena. A Costanza Quatriglio è andato il Premio Sorriso Diverso 2015 per il documentario Nastro d’Argento 2015 “Triangle” , consegnato dall’On. Monica Gregori della Commissione Camera dei Deputati, per la fermezza e l’impegno nell’esplorazione instancabile della realtà del nostro paese, mentre il Premio al Miglior Film Corto è andato a Giuseppe Marco Albano per il suo “Thriller”, un’opera dove regia, recitazione, fotografia e sceneggiatura sono perfettamente orchestrate per raccontare le ferite inferte dalla crisi del lavoro in Puglia. A consegnare il premio la Presidente di Giuria Sara Iannone e il Presidente del festival Andrea Roncato. A chiusura della serata è stato consegnato dal critico cinematografico Mario Sesti Il Premio Sorriso Diverso alla Carriera all’attrice Milena Vukotic, per la sorprendente ricchezza di tecnica, talento ed espressività di una carriera che l’ha vista sia indossare i panni di due tra i più popolari personaggi femminili di sempre, sia essere stata diretta da grandi maestri come Fellini e Luis Buñuel. La serata, accompagnata da intermezzi musicali jazz, eseguiti da Emiliano Mazzenga e Marco Silvi, è stata diretta dal regista Pino Leoni e regia video Paolo Tito. Tutta la manifestazione è stata simultaneamente tradotta dagli interpreti LIS, gentilmente offerti da ENS Onlus.

Ph. Sabina Filice

Commento all'articolo