ARTE CINE&TURISMO CINEMA INTERVISTE LIBERAMENTE LIBRI LO SAPEVATE CHE... MODA E TENDENZE MUSICA NEWS RECENSIONI SR E JR RUBRICHE TEATRO TV
Caricamento in corso

L’Ombra di Caravaggio

L’Ombra di Caravaggio

Condividi questo articolo:

Esce nelle sale italiane e francesi in contemporanea, il 3 novembre prossimo, coprodotto da Goldenart Italia Production, Rai Cinema e Italia – Francia Goldenart Production  il nuovo film si Michele Placido qui ancora, per la quattordicesima volta, in veste di scrittore, regista ed interprete di un epico film sulla vita del più dannato dei pittori italiani del 1600: Michelangelo Merisi, detto Il Caravaggio.

Il film narra le vicende che indussero Papa Paolo V a commissionare ai servizi di polizia del Vaticano una indagine sul “pittore maledetto” che, contrariamente alle direttive del Concilio di Trento sui modi di rappresentare l’arte sacra, raffigurava nei suoi dipinti, poi divenuti celeberrimi, personaggi quali ladri, vagabondi ed anche prostitute.

Il regista, Michele Placido, descrive a tinte forti il carattere e l’anima inquieta del pittore nato a Milano ma morto a Porto Ercole esplorandone l’esistenza avventurosa ed estremamente trasgressiva – per l’epoca in cui visse – paragonandone la vita ad una moderna rok star caratterizzata però da un genio a quel tempo impossibile da comprendersi: un talento assoluto offuscato da donne e demoni interni al suo carattere ribelle che lo indussero ad una vita spericolata ed inquietante costellata di avventure incredibili quali, come è noto, un omicidio a causa del quale dovette fuggire da Roma per scampare alla pena capitale.

Genio all’epoca incompreso ed osteggiato, dette vita a dipinti dotati di  un’eccezionale sensibilità nella resa della dimensione umana, fisica ed emotiva, anche tramite la fedeltà al modello dal vivo e l’uso scenografico della luce, caratteristiche che furono considerate al tempo rivoluzionarie, in totale contrapposizione alla prassi accademica raffaellesca.

E proprio per queste caratteristiche il Papa ordinò di indagare su di lui per mezzo di un agente segreto, “un’Ombra” che passò al setaccio la sua vita, la sua arte ed anche i suoi drammi al fine di riferire a Paolo V, al quale era stata inoltrata dal pittore domanda di grazia dopo la sentenza di condanna a morte per aver ucciso in duello un suo rivale in amore.

L’Ombra avrà nelle sue mani potere assoluto, di vita o di morte, sul destino del genio, scoprendone tutti i vizi ma anche, drammaticamente, anche le virtù.

Commento all'articolo