Sold out per le tappe a suo tempo programmate per lo spettacolo di Enrico Brignano, al punto che continuando le richieste del pubblico, sono state aumentate da quattro a sei le date delle rappresentazioni di Roma e addirittura raddoppiate quelle di Milano e Firenze.

Il lungo tour italiano, da Nord a Sud, dell’artista romano unizierà il prossimo 21 dicembre al Pala Paternesi di Foligno e continuerà fino a primavera 2019 inoltrata.

Oltre agli spettacoli già preannunciati al Pala Alpitour di Torino (23 gennaio) e all’Unipol Arena di Bologna-Casalecchio di Reno (2 febbraio) il tour attraverserà l’Italia da nord a sud con nuove tappe fino a primavera 2019 e anche oltre: Perugia (14 febbraio al PalaEvangelisti); doppia data a Brescia(16 e 17 febbraio al Gran Teatro Morato); tre date a Padova (dall’8 al 10 marzo al Gran Teatro Geox); Rimini (il 20 marzo al Rds Stadium); Ancona (il 23 marzo al PalaPrometeo); Napoli (il 26 marzo al PalaPartenope); Montecatini Terme (il 31 marzo al Teatro Verdi); Acireale (il 13 aprile al Pal’Art Hotel); Bari (il 18 aprile al

Lo spettacolo: c’è qualcosa di più bello di essere innamorato? Di sentire quell’emozione crescere dentro di sé, con le mani che sudano, le ginocchia che tremano, la salivazione azzerata e la lingua felpata… tutti sintomi che indicano l’innamoramento. O la malaria. Dal momento che il medico ha escluso qualsiasi malattia, è apparso evidente che Brignano fosse in preda a un folle innamoramento. Che è totale, a 360 gradi: innamorato della sua bambina, dell’esistenza, del suo lavoro, della sua donna, del mondo, di tutto e di più.

E oggi parlare d’amore in tempi di haters, di odio social, di polemiche, di baruffe politiche e di disastri ambientali, è davvero rivoluzionario.

Enrico è un innamorato perso con la testa tra le nuvole, ma i piedi per terra; trascorre oltre due ore insieme al suo pubblico, con un corpo di ballo scatenato, al ritmo di musiche originali, circondato da scene fatte di schermi su cui luci e immagini prendono forma.

Il suo, più che uno spettacolo, un’esperienza indimenticabile: ridere non è mai stato così emozionante!

“Innamorato Perso” è uno spettacolo scritto da Enrico Brignano, Mario Scaletta, Riccardo Cassini, Manuela D’Angelo e Luciano Federico. Sul palco, oltre ad Enrico, anche Flora Canto, Pasquale Bertucci, Michele Marra. Musiche di Andrea Perrozzi, coreografie di Marco Bebbu.

Le scene sono di Marco Calzavara ed i costumi di Valentina Davoli mentre la regia live è affidata a Telemauri, Salvatore Billeci, Marino Cecada, Marianna Maggiore, Maurizio Maggi, con la direzione tecnica di Marco Pupin.

 

Commenti

commenti