Home Cinema Intervista all’attrice Sabrina Crocco, tra la passione per la recitazione e la...

Intervista all’attrice Sabrina Crocco, tra la passione per la recitazione e la musica

La protagonista di puntata di Lea2, Sabrina Crocco, si racconta e ci parla della sua esperienza anche in radio, come autrice e conduttrice di un Programma da lei ideato e condotto su Radio Incontro Donna  (Rid 96.8 FM)

La protagonista di puntata di Lea2, Sabrina Crocco, si racconta e ci parla della sua esperienza anche in radio, come autrice e conduttrice di un Programma da lei ideato e condotto su Radio Incontro Donna  (Rid 96.8 FM)

Nell’ultima puntata di domenica 3 dicembre  di “Lea2 – I nostri figli”, il medical drama di Rai1 che è giunto alla sua seconda stagione e vede tra gli attori principali Anna Valle Giorgio Pasotti, si è fatta notare come protagonista di puntata la brillante attrice Sabrina Crocco, nei panni di un ruolo stavolta drammatico, quello di Alina Cretu, una donna di origine rumena, che si trova nell’ospedale in cui è ambientata la fiction, per accompagnare la figlia.

Abbiamo incontrato Sabrina Crocco, attrice versatile di cinema, teatro e fiction, che riesce a passare abilmente da un ruolo drammatico ad uno comico e trasmette una grande passione per il lavoro attoriale.

Come è stata l’esperienza di “Lea2- I nostri figli”?

E’ stato bellissimo ed emozionante lavorare in questa seconda stagione di Lea , fiction Rai con protagonisti Anna Valle  e Giorgio Pasotti. Il mio personaggio è presente nell’ultima puntata, che è stata una delle puntate più seguite: 18,3 % di share, in testa alla classifica dei programmi più visti. Lavorare in una fiction tanto amata dal pubblico, diretta egregiamente dal regista Fabrizio Costa con il quale avevo già lavorato nel 2017 nella fiction Rai “Scomparsa” e che mi ha scelta nuovamente per il ruolo di Alina, mi ha fatto veramente tanto piacere.

Come ti sei trovata nel ruolo che ti è stato affidato nella fiction?

Nella fiction, ho interpretato il ruolo di Alina Cretu, donna di origini rumene, madre di Maria, una sedicenne che scappa di casa e rivela poi di essere incinta. Un ruolo drammatico che era perfettamente nelle mie corde. Mi è stato chiesto di parlare con l’accento rumeno e devo dire che non ho trovato nessun tipo di difficoltà anzi, più sono distanti da me i ruoli che interpreto e più riesco a trovare la verità. Amo le sfide!

Preferiresti, dopo la tua esperienza, continuare a recitare per le serie tv o magari di nuovo in un  film per il cinema? 

Ciò che conta per me è recitare, perché recitare è la mia passione più gande, un mezzo per esprimere me stessa, per esplorare universi e personalità diverse.

Come ti immagini tra dieci anni, e soprattutto, quali sono i tuoi obiettivi?

Tra dieci anni mi immagino sempre piena di grinta e di ottimismo, almeno spero, non ho la sfera di cristallo. Quello che è certo è che sono una combattente, vivo il presente e porto avanti i miei sogni e i miei obiettivi con impegno, sacrificio e dedizione. Sicuramente l’obiettivo principale che ho è arricchire il mio bagaglio personale di esperienze lavorative importanti come Lea 2, che mi facciano crescere professionalmente.

 Nella tua carriera artistica spazi dal teatro al cinema, dalla danza al canto, dal lavoro come fotomodella alla conduzione televisiva e radiofonica. Come ti definiresti?

Un’artista poliedrica, amante dell’arte in tutte le sue forme, in continua evoluzione creativa.

 

Da dove nasce questo tuo legame così forte con la musica?

Si ritiene che la musica sia nata dal bisogno degli uomini di esprimersi, di comunicare le proprie emozioni, i propri sentimenti e stati d’animo, ha un potere curativo e benefico. A me aiuta tanto, mi rilassa, mi solleva il morale, mi rende felice, accompagna tanti momenti della mia giornata.

Il programma radiofonico “Il Salotto di RID a Tutto Trend” che co-conduci su Radio Incontro Donna e di cui sei anche autrice, come è nato?

Mi viene in mente la canzone di Eugenio Finardi: “Amo la radio perché arriva alla gente, entra nelle case e ci parla direttamente e se una radio è libera ma, libera veramente, mi piace ancor di più perché libera la mente..” Io amo la radio, è un mezzo di comunicazione potente, libera la mente, ti può far riflettere, informare o semplicemente ti può tenere compagnia, intrattenere, coinvolgere.

Il format “A TUTTO TREND” è nato durante la pandemia perché, nonostante fossimo costretti a stare fermi, c’è stata un’esplosione di creatività, un’epidemia di fenomeni social, mode, challenge (sfide a tema) su Tik Tok , neologismi tanto amati dalla generazione Z che avevo voglia di raccontare e ho deciso di farlo con la voce, in radio nel mio programma “Il Salotto di Rid a Tutto Trend” tutti i giovedì dalla 17:00 alle 19:00 a Radio Rid 96.8 fm (radio incontro donna), grazie alla Pink Editor Michelle Marie Castiello.

Nel tuo programma approfondisci anche il tema del vintage. Questa scelta, deriva da una tua passione?

Decisamente sì! Perché oggi più che mai il passato fa tendenza!