Tapiro Bignamo

QUESTA SERA A STRISCIA LA NOTIZIA, TAPIRO D’ORO AL GIORNALISTA SCIENTIFICO LUIGI BIGNAMI «MIMUN? MI HA SCRITTO UNA MAIL PER CHIUDERE OGNI COLLABORAZIONE CON ME, AVREI GRADITO ALMENO UNA TELEFONATA», «MENTANA, PER UN ERRORE DEL GENERE, AVREBBE RIBALTATO LA GIORNALISTA». I burloni di Striscia non risparmiano proprio nesso, nemmeno il giornalista Luigi Bignamo che, per motivi ancora non chiari, è stato licenziato dopo l’errore della giornalista che ne ha presentato il servizio, come dire: dopo il danno la beffa. Questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35) Valerio Staffelli consegnerà il Tapiro d’oro al giornalista scientifico Luigi Bignami dopo che il direttore del Tg5, Clemente Mimun, dopo quasi 30 anni, ha deciso di non voler più collaborare con lui per aver corretto la giornalista Cristina Bianchino che, rientrando in studio al termine di un servizio sull’astronomia, ha annunciato un collegamento con il giornalista, confondendolo però con “Giovanni Bignami, scienziato, professore di astronomia e astrofisica all’università di Pavia”, deceduto alcuni mesi fa. A Staffelli, che lo ha intercettato vicino a Milano, l’attapirato giornalista ha detto: «Giovanni Bignami, il grande astronomo, spesso veniva confuso con me. O meglio, ero io che venivo confuso con lui. Io mi occupo di astronomia e di astronautica, lui si occupava ed era un astronomo, per cui era facile confondersi. Solo che è morto tre mesi fa». Bignami ha poi commentato la decisione di Mimun: «Non so perché si è comportato così. Ai tempi di Mentana, se ci fosse stato un errore di questo tipo, lui avrebbe ribaltato la giornalista. Invece, il giorno dopo, ho ricevuto una mail in cui mi si diceva di non volere più la mia collaborazione, almeno una telefonata l’avrei gradita. Non mi sarei mai aspettato una cosa di questo tipo».

Commenti

commenti