Solo 100 volte-Locandina

Solo 100 volte-Locandina

SOLO 100 VOLTE è la seconda opera di Emiliano De Martino è in scena al Teatro Ambra alla Garbatella, fino all’11 ottobre, per quanti ancora non lo avessero visto. . Uno spettacolo che affronta con leggerezza ed eleganza un tema che riguarda un po’ ognuno di noi, la doppia anima che alterna momenti di gioia a visioni oscure. Che siano visioni oppure realtà? Le doppie personalità sul paco alternano le figure di fratelli e sorelle che hanno caratteri diametralmente opposti, ma per capire se sono reali o frutto della fantasia “malata” è necessario vedere la rappresentazione fino in fondo… A tentare uno scienziato, uno psichiatra che vuole a tutti i costi individuare una sindrome da cui lui stesso è ossessionato.  Il testo è sviluppato su un Fil-rouge di leggerezza e divertimento, lasciando comunque spazio alla riflessione nel senso più stretto del termine. Descrive una sindrome reale e rarissima del  ramo psichiatrico “la sindrome di GANSER”, che dal 1848 ad oggi conta solo 100 casi accertati.
E’ la storia di Lorenzo, un giovane psichiatra ossessionato dalla sindrome di Ganser, riesce ad individuare la malattia in due dei suoi pazienti. Sasà un ragazzo impulsivo e cupo sempre affiancato dalla figura fraterna e più solare di Piero; e Camilla cinica e depressa anch’ella affiancata dalla bella e sorridente sorella Susy. Le loro sono solo visioni? Esistono davvero? È la lotta Del dott. Lorenzo Malena contro il “Ganser”, un corpo a corpo, una figura presente e tangibile, come “Il Mostro” che la nostra mente riesce a creare difronte alle paure più oscure.

Solo 100 volte

Solo 100 volte

IL CAST: RUOLI ED INTERPRETI
Lorenzo Malena – Lorenzo Patanè
Sasà – Emiliano De Martino
Susy – Rossella Pugliese
Piero – Andrea Vellotti
Camilla – Alessia Francescangeli
Ganser – Antonio Fiorillo

Regia – Emiliano De Martino
Aiuto Regia – Yassmin Pucci
Produzione Esecutiva – Alessandra Rucco
Tecnico e Fonica – Aurelio Rizzuti
Foto Di Alessandro Bachiorri
Grafica di Chiara Tofani
Produzione – Alessandra Godano e Emiliano De Martino

 

Commenti

commenti