teatro-ambra-jovinelli-roma

teatro-ambra-jovinelli-roma

Fabrizia Pompilio, direttrice del teatro più glamour dell’ambente romano, ha presentato alla stampa specializzata la sesta stagione dell’Ambra Jovinelli, stagione 2015-2016 ribattezzata con il nome di “ Specialisti del buonumore “: infatti è sotto questa sigla che l’intero cartellone si presenta affinché il pubblico degli aficionados, possa sedersi sulle sue comode poltrone per assistere a spettacoli che hanno l’unico scopo di servire da antidoto all’insofferenza, alla malinconia, al torpore invadenti.
Una stagione, dicevamo, che ha sullo sfondo la comicità ma che non tralascia certamente altre tematiche che vanno dalla descrizione degli umani atteggiamenti quali il desiderio di potere, l’amore in tutte le sue forme e declinazioni, l’odio, l’ansia, l’autoironia, argomenti che vengono trattati utilizzando soggetti ed interpreti d’eccezione a partire da Shakespeare e Goldoni, Bennet e Coward passando per Bean, Scola, Maccari, Comencini: tutto allo scopo di far immedesimare lo spettatore nello spirito di personaggi inquieti o spensierati, innamorati o arrabbiati i quali avranno il potere di assorbire nel corso dei vari spettacoli in cartellone le nostre ansie, le nostre paure i nostri difetti, tutto al fine di tranquillizzarci per arrivare infine a farci ritrovare quel sano buonumore che dovrebbe costituire l’ideale cornice dei nostri atteggiamenti di tutti i giorni per renderci più sereni e quindi più felici.
Uno sguardo ai numeri della scorsa stagione: 90.000 presenze ed il raddoppio degli abbonati che hanno raggiunto quota 5.400; certamente un successo ed un traguardo raggiunto grazie alla perseveranza ed alla accorta gestione di un teatro che grazie alla varietà delle proposte è riuscito fino ad ora ad esaltare diverse realtà artistiche presentando spettacoli a carattere popolare ma di grande qualità, caratteristiche queste che anche per la prossima stagione vengono fermamente perseguite attraverso la rappresentazione di opere quali “ Riccardo III “ ( di cui è interprete Massimo Ranieri ) o “ Due partite “, con Giulia Michelini, Paola Minaccioni, Giulia Bevilacqua e Caterina Guzzanti, per non parlare di “ Spirito allegro “ che vede Leo Gullotta come protagonista. Sul piano del grottesco e del paradossale sta invece “ Nudi e crudi “ che con la regia di Serena Sinigaglia vede come protagonisti Maria Amelia Monti e Paolo Calabresi, mentre non manca spazio per una rivisitazione di un forte Goldoni ne “ Servo per due, one man two guvnors “ che con i suoi doppi sensi rende la commedia altamente visiva ed anche altamente verbale attraverso interpeti d’eccezione quali Pierfrancesco Favino e Paolo Sassaneli ( della quale sono anche coregisti ).
L’anima musicale dell’Ambra Jovinelli si evidenza stavolta con “ Buena Onda “ con Rocco Papaleo e Giovanni Esposito e con “AgGregazioni “ che lo stesso interprete, Greg, ha presentato nel corso della conferenza stampa mentre la settima arte, il cinema, è proposta con “ Una giornata particolare “ ( Giulio Scarpati e Valeria Solarino ) e con “ Provando….dobbiamo parlare “ che Sergio Rubini con Carla Cavalluzzi e Diego De Silva hanno saputo ben trasformare in piéce teatrale attraverso l’interpretazione di Fabrizio Bentivoglio, Maria Pia Calzone, Isabella Ragonese e dello stesso Sergio Rubini.
Da ultimo, spazio all’ironia con “ Tanti lati – latitanti “ con Ale & Franz e “ The best of “, una bella retrospettiva dei successi teatrali, televisivi e radiofonici di Lillo & Greg mentre Teresa Mannino che con un viaggio in chiave comica intorno alla sua infanzia rientra alla grande con “ Sono nata il ventitré “ descrivendo efficacemente i piccoli traumi subiti da bambina e che nella vita, però, le sono poi stati utili per superare le varie difficoltà incontrate.
Dal 18 al 28 febbraio 2016 va in scena “ Performance “ di cui è interprete Virgina Raffele che con la regia di Giampiero Solari porta in scena il suo debutto da one woman show esibendosi nella parafrasi di vari personaggi quali Ornella Vanoni, Belen Rodriguez e tanti altri ancora….
L’intero cartellone, che va dal 22 ottobre 2015 al 8 maggio 2016 è consultabile sul sito del Teatro Ambra Jovinelli www.ambrajovinelli.org; appare il caso di segnalare la particolare campagna di abbonamenti intrapresa dalla direzione per questa sesta stagione che propone quest’anno molte formule di abbonamento variabili da quello per nove a quello per cinque spettacoli; particolare attenzione è stata dedicata dalla infaticabile Fabrizia Pompilio all’accessibilità al teatro che ha stipulato convenzioni con i vicini Garage Esquilino e Parcheggio ES Giolitti; interessanti i prezzi dei biglietti che spaziano dai 33 euro per le poltronissime ai 17 della seconda galleria, con riduzioni del 50% per le scuole.
Insomma, una stagione che viaggia su più binari spaziando dai grandi testi rivisitati alla luce dell’oggi per come è vissuto, alla musica, al cinema, alla comicità intelligente e tutto al fine di curare gli umani malanni attraverso la formula dello “ Specialisti in buonumore “.

Commenti

commenti