“Che Strano chiamarsi Federico”, a Cinecittà l’omaggio di Ettore Scola a Fellini in occasione dei 20 anni dalla scomparsa, è stato presentato con una insolita conferenza stampa realizzata da Enrico Lucherini, il press agent che ha lavorato a stretto contatto con il genio di Fellini e di Scola. Un incontro emozionante e commovente all’interno dello Studio 5 di Cinecittà, quello preferito da Fellini, in cui ha realizzato la maggior parte dei suoi capolavori. Gli studi di Cinecittà sono tornati ad animarsi grazie al film omaggio a Fellini “Che Strano chiamarsi Federico”  , con la ricostruzione fedele dello studio in cui i due registi elaboravano le loro vignette, con l’auto originale di Fellini con cui di notte spesso andava a prendere l’amico Scola, o Marcello Mastroianni per andare a guardare le donne sulla Salaria. Storia e leggende di un uomo che ha cambiato la storia del cinema italiano, un lavoro che Scola ha realizzato con la figlia Paola e che resterà negli annali come una sorta di documentario di un’epoca lontana che non c’è più…Nel video la presentazione di Ettore Scola con aneddoti e racconti inediti.

Commenti

commenti