Home Moda e Tendenze WineSummer Hits #06 – CANTINE LVNAE, ETICHETTA GRIGIA COLLI DI LUNI

WineSummer Hits #06 – CANTINE LVNAE, ETICHETTA GRIGIA COLLI DI LUNI

La nostra seconda settimana d’estate inizia su una terra di confine, ultimo lembo della Liguria di levante, quasi in Toscana, alla scoperta di un Vermentino ligure vibrante e floreale, che da oltre 40 vendemmie racconta l’affascinante territorio, tra mare e montagne, dei Colli di Luni.

Etichetta Grigia di Lvnae, espressione fedele dell’idea di Vermentino della famiglia Bosoni, la nostra scelta per WineSummerHits #06.

Lvnae trae il suo nome dalla città di Luni, Portus Lunae, antico porto etrusco e greco, e si ispira alla sua storica e millenaria tradizione vitivinicola. Basti pensare che già ai tempi dell’impero romano i vini di Luni erano conosciuti e apprezzati, tanto da essere citati da Plinio il Vecchio come i migliori in terra di Etruria nel suo Naturalis Historia.

L’Anfiteatro vista mare di Portus Lunae

Un territorio che si estende tra la pianura a sud del fiume Magra e le Alpi Apuane, con vigneti che guardano il Golfo dei Poeti, in un microclima unico dove le brezze, marine e montane, si alternano di giorno e di notte, creando una condizione ottimale per l’allevamento delle vigne e la produzione di vini di eccellenza.

La storia di Lvnae è quella della famiglia Bosoni, viticultori da tre generazioni e custodi della cultura di un intero territorio. Paolo Bosoni nel 1966, raccoglie l’eredità della famiglia, dedita da sempre all’agricoltura e, grazie alla sua sensibilità e alla sua passione per il vino, fa nascere Cantine Lunae.

Oggi Paolo può contare su 65 ettari di vigneti di proprietà e su una rete di oltre 100 piccoli conferitori che costituiscono il tessuto del territorio, supportato dal fratello Lucio, dalla moglie Antonella e dai figli Diego e Debora. Un amore per questa terra che si traduce in una viticultura molto sostenibile con concimazione naturale e senza diserbanti, e in cantina, in una vinificazione accurata e rispettosa in tutte le sue fasi, per preservare la qualità creata in vigna.

Paolo Bosoni, la moglie Antonella ed i figli Debora e Diego

La loro filosofia è quella di riscoprire ed esaltare le proprietà ed i caratteri dei vitigni autoctoni, quindi, oltre al Vermentino, che qui si esprime in vette di rara eccellenza, hanno scelto di impiantare vitigni come Albarola, Vermentino Nero, Malvasia, Pollera Nera e Massareta.

ETICHETTA GRIGIA COLLI DI LUNI DOC

Etichetta Grigia nasce nel 1977 ed è il primo Vermentino in purezza di Lvnae. “Etichetta Grigia fu una piccola rivoluzione per il territorio – ricorda Paolo Bosoni, il suo creatore – da subito innovativo per via della vinificazione monovitigno in acciaio, è capace di esprimere con una personalità decisa tutta la piacevolezza dei Colli di Luni, da oltre 40 vendemmie”.

Nell’annata in commercio, la 2020, il Vermentino destinato a Etichetta Grigia è stato raccolto a mano nella prima metà di settembre nei vigneti tra Luni, Castelnuovo Magra e Ortonovo. Diversi appezzamenti caratterizzati da terreni ciottolosi e ricchi di scheletro, con sesti di impianto molto densi, oltre 4000 piante per ettaro. Pressatura soffice, fermentazione e affinamento, sulle fecce fini, in serbatoi di acciaio fino al primo imbottigliamento di primavera, qualche mese di assestamento in bottiglia, per poi essere commercializzato dal giugno successivo all’anno di vendemmia.

Alla vista si presenta di un color giallo paglierino dai riverberi verdolini. L’olfazione è intensa, persistente, dotata di finezza e grande eleganza, con le sue note floreali di biancospino, con stuzzicanti percezioni agrumate di pompelmo e la croccantezza della mela renetta, il tutto su un piacevole sottofondo di miele d’acacia. In bocca si presenta fresco, vibrante e con quel suo sapore di sale che ci ricorda da dove arriva.

Un vino particolarmente adatto ai piatti della cucina tradizionale ligure come i testaroli ai funghi, ripieni alla ligure, le tortine di acciughe e i totani ripieni. Non disdegna, tuttavia, gli abbinamenti con carni bianche e verdure. Per gustarlo al meglio servire ad un temperatura di 9° – 11°C in un calice di media apertura per vini bianchi leggeri e di media struttura. Ottimo da bere oggi, che darà soddisfazioni anche tra 2/3 anni.

CANTINELUNAE.COM
Crediti Fotografici: Cantine Lunae Bosoni S.r.l 
"Milanese d’adozione con radici napoletane, Wine Writer e Sommelier, crea il suo “Keep in Wine” per necessità di “rimanere in contatto” con l’eno-mondo condividendone ogni nuova e straordinaria esperienza e per permettere a chi lo legge di essere sempre aggiornato sugli eventi in programma e su quelli avvenuti, affascinando i lettori con racconti, aneddoti, curiosità e retroscena prendendosi anche la libertà di esprimere le sue preferenze, perché il bello del vino (e non solo), come sostiene Antonio, è che non c’è mai un giusto o sbagliato, buono e cattivo, ma solo tanto personalissimo gusto! Nella vita si occupa di altro, forse con la stessa enfasi ma di certo non con la vocazione che ritrova davanti ad un buon bicchiere di vino. Tolta la cravatta del matematico e consulente, blocco alla mano e reflex al collo, non perde occasione per annotare storie, percezioni e sapori oltre che immortalare volti, dettagli e colori che ogni sorso gli trasmette. Iscritto all’albo ASA – Associazione Stampa Agroalimentare Italiana, gruppo di specializzazione dei giornalisti di settore, collabora con diversi Magazine enogastronomici. Giudice nelle commissioni d’assaggio di Concorsi Enologici."