ARTE CINE&TURISMO CINEMA INTERVISTE LIBERAMENTE LIBRI LO SAPEVATE CHE... MODA E TENDENZE MUSICA NEWS RECENSIONI SR E JR RUBRICHE TEATRO TV
Caricamento in corso

Esclusiva-SWCH: “Finalmente si torna a cantare tra la gente. Reset ? Bisogna tornare ad essere se stessi”

Esclusiva-SWCH: “Finalmente si torna a cantare tra la gente. Reset ? Bisogna tornare ad essere se stessi”

Condividi questo articolo:

In esclusiva, abbiamo intervistato l’artista SWCH, al secolo Rod Mannara.

E’ in radio e in digitale “RESET” (https://fanlink.to/swchreset), il nuovo brano del
cantautore, polistrumentista e produttore SWCH, presentato in anteprima sul palco del Primo
Maggio  a Bologna.

Anticipa il concept elettronico “Meta-morfosi”.
Scritto, arrangiato e mixato dallo stesso Mannara e prodotto da Raffaele Montanari, “Reset” è il primo tassello di un
concept sperimentale di SWCH. Parla della “goccia che fa traboccare il vaso”, di tutto ciò che svela, in maniera
cruda, la realtà. Il cantautore affronta il disagio digitale, le scelte involontarie, i comportamenti stereotipati: tutto ciò
che non è dentro di noi ma che non facciamo altro che manifestare all’esterno. L’unica soluzione è il cambiamento-
non cambiamento: ritornare al sé originale.

Come ti sei avvicinato alla musica ?

“Ho studiato conservatorio, ho sempre avuto l’amore per la musica. Ora sto facendo un percorso da produttore, ma salire sul palco mi piace moltissimo. Sono un ragazzo del Sud, ma a Bologna ho trovato la mia identità musicale”

A chi ti sei ispirato ?

“Ivan Graziani, Lucio Dalla, De Andrè, Fossati. Come fai a non ascoltare questa musica per non crescere. Questi artisti sono fonte d’ispirazione quotidiana”

Parliamo di “Reset” ?

“Questa è una società ossessionata dai social. Bisognerebbe davvero fare un Reset e tornare ad essere chi siamo veramente. Troppo comodo nascondersi dietro ad uno smartphone con fotografie e link”

Finalmente si torna a cantare in strada e nei palazzetti. Qual è la tua sensazione ?

“Magica, direi proprio magica. Questa è la mia sensazione. La musica non è nulla se non c’è la gente. La Musica è emotività, indipendenza e comunicazione. Così come il mio Sud. Porto la mia terra ovunque, anche nei miei concerti”

 

 

 

Massimiliano Alvino 

Riproduzione riservata

Si prega di citare la fonte IlProfumodelladolcevita in caso di riproduzione

 

 

 

Commento all'articolo