A quale film appartengono i 3 misteriosi abiti del guardaroba di Alberto sordi?

Parte il CONTEST per la Mostra “Il Centenario – Alberto Sordi 1920-2020” che si apre il 7 marzo, nella Villa dell’attore per la prima volta aperta al pubblico. Ogni giorno verranno pubblicate le foto dei 3 abiti a cui gli esperti non hanno potuto dare una collocazione ai rispettivi film. Ecco quindi che parte il contest che premia chi riesce a riconoscere gli “abiti misteriosi”

Dal ricco guardaroba di Alberto Sordi, dove l’attore conservava accuratamente tra gli abiti personali tanti abiti di scena, spuntano 3 vestiti a cui gli organizzatori non hanno ancora trovato attribuzione.

Ma da questo guardaroba eccezionale sono saltati fuori 3 abiti che non hanno trovato ancora il film d’appartenenza. Gli organizzatori lanciano dunque un contest in 3 puntate (abito 1, oggi lunedì 17; abito 2 mercoledì 19; abito 3, venerdì 21 febbraio) attraverso i canali social, Facebook e Instagram (centenarioalbertosordi).

Al primo utente Facebook e al primo utente Instagram che sveleranno l’arcano verranno offerti due ingressi per visitare la grande mostra nella villa di Alberto Sordi. Basterà pubblicare nei commenti il titolo del film con una foto della scena in cui l’abito è stato indossato.

Il guardaroba è uno dei pezzi forti della straordinaria Mostra per il Centenario della nascita di Sordi, che inizia il 7 marzo, aprendo per la prima volta al pubblico la mitica Villa dell’attore, nascosta nel verde di Caracalla, che è rimasta intatta, immutata nel tempo.

L’esposizione, che non ha precedenti e che si snoda tra i vari ambienti della casa e del giardino per illustrare la lunga carriera e la vita privata dell’attore, è un evento attesissimo per il quale sono arrivate già oltre 15.000 prenotazioni…

Il pubblico scoprirà così che Albertone era un collezionista seriale e che la Villa, pronta per divenire un Museo, è una miniera di curiosità, chicche, oggetti incredibili, d’antiquariato, d’arte e tanti tanti cimeli dei suoi mitici film. Si dischiuderanno le porte dei suoi armadi da cui usciranno gli stivali, il casco e la paletta de “Il Vigile”, la giacca di “Gran varietà”, la sahariana di “Riusciranno i nostri eroi”, il giubbotto di “Il Presidente del Borgorosso Footbal Club”, lo smoking di “Gastone”, il camice bianco de “Il medico della mutua” e quello verde de “Il prof. Guido Tersilli”, l’abito completo de “Il Marchese de Il Grillo” e l’accappatoio di “Io e Caterina”, solo per citarne alcuni: una autentica miniera di caratteri, personaggi mitici, storia di italiani straordinari impressi nell’immaginario collettivo dal grande attore.

Ma da questo guardaroba eccezionale sono saltati fuori 3 abiti che non hanno trovato ancora il film d’appartenenza. Gli organizzatori lanciano dunque un contest in 3 puntate (abito 1, oggi lunedì 17; abito 2 mercoledì 19; abito 3, venerdì 21 febbraio) attraverso i canali social, Facebook e Instagram (centenarioalbertosordi).

Al primo utente Facebook e al primo utente Instagram che sveleranno l’arcano verranno offerti due ingressi per visitare la grande mostra nella villa di Alberto Sordi. Basterà pubblicare nei commenti il titolo del film con una foto della scena in cui l’abito è stato indossato.

La mostra promossa da Fondazione Museo Alberto Sordi, con Roma Capitale e con Regione Lazio, con il riconoscimento del MIBACT Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, Soprintendenza Speciale di Roma Archeologia Belle Arti Paesaggio, Soprintendenza Archivistica e Bibliografica del Lazio, con il patrocinio di SIAE, con il sostegno di Luce Cinecittà, Acea, Banca Generali Private e con la collaborazione di Rai Teche, è curata da Alessandro Nicosia con Vincenzo Mollica e Gloria Satta, prodotta e organizzata da C. O. R. Creare Organizzare Realizzare.

 

Commenti

commenti