ARTE CINE&TURISMO CINEMA INTERVISTE LIBERAMENTE LIBRI LO SAPEVATE CHE... MODA E TENDENZE MUSICA NEWS RECENSIONI SR E JR RUBRICHE TEATRO TV
Caricamento in corso

La “ JuniOrchestra “ diretta dal maestro Simone Genuini conquista la Platea della Sala Santa Cecilia al Parco della Musica di Roma

La “ JuniOrchestra “ diretta dal maestro Simone Genuini conquista la Platea della Sala Santa Cecilia al Parco della Musica di Roma

Condividi questo articolo:

E’ dal 2006 che l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia alleva, sotto l’ala protettiva di Enel, giovani e talentuosi  musicisti affinché, attraverso una formazione musicale di alto livello, tanti giovani abbiano la possibilità di formarsi nell’arte musicale allo scopo di diffondere ed esaltare l’attività concertistica.

JuniOrchestra è la prima di queste nobili orchestre: composta da quattrocento strumentisti di età variabile che, godendo del privilegio di avvicinarsi a repertori sinfonici e cameristici, studiano e si sviluppano tendendo peraltro alla conquista di una delle quindici borse di studio che Enel Cuore mette a loro disposizione affinché si formino e si perfezionino nella nobile arte della musica.

Ieri sera la Juni orchestra si è esibita, al gran completo, nella prestigiosa sala Santa Cecilia del Parco della Musica Ennio Morricone, sotto la eccellente direzione del simpaticissimo maestro Simone Genuini che, in ben quattro gruppi di esecuzioni, ha deliziato la affollatissima platea della più grande sala dell’Auditorium romano; in apertura di serata si sono esibiti i componenti del gruppo musicale Kids 1 che hanno eseguito brani allegri quali “ Fiocchi di neve “, “ Vi racconto una storia “ e “ La fiera delle meraviglie “.

A seguire i componenti della Junorchestra Kids 2 con “ Ascarabaz “ ed un perfetta esecuzione di “ Raiders march “ tratto dal film Indiana Jones cui hanno fatto seguito le performances del gruppo Juniorchestra Teen con una simpaticissima Marcia Militare di Schubert, il valzer da “ La bella addormentata” ed un “Allegro confuso “ che ha fatto letteralmente saltare sulle sedie il numerosissimo pubblico; ciliegina sulla torta è stata infine l’esecuzione di “ Jngle bells “ di James lord Pierpoont che i tre gruppi che si erano prima esibiti singolarmente hanno suonato tutti insieme.

Molto simpatica la coreografia, specialmente quella che ha accompagnato Jngle bells che ha interessato l’intera sala Santa Cecilia. Applausi a non finire tanto per gli orchestrali che per il direttore d’orchestra Simone Genuini, personaggio che con la sua simpatia e la sua affabilità rappresenta il vero pater familias dei circa quattrocento ragazzi che compongono l’orchestra

Commento all'articolo